Taste - Sapori Mediterranei

Massacrato sotto casa, dubbi sul movente dell’assassino

I legali della famiglia Caruso vogliono giustizia per il loro Vincenzo, il 67enne ucciso da Florin Nutu lo scorso 29 novembre

Federica D'Ambro

I legali della famiglia Caruso vogliono giustizia per il loro Vincenzo, il 67enne ucciso da Florin Nutu lo scorso 29 novembre. Gli avvocati hanno presentato una memoria al gip, in cui prospettano tre elementi di prova che potrebbero aprire nuove piste sul motivo dell’omicidio e fare anche luce sul profilo psicologico dell’assassino.
Secondo quanto raccontato dal quotidiano Il Mattino, alcune testimonianze raccolte dai legali delle tre sorelle e del fratello della vittima possano incrinare la versione dei fatti raccontata agli inquirenti dal trentanovenne romeno.
In particolare che l’omicidio sarebbe stato innescato dalla richiesta all’anziano di saldare il suo debito, di 500 euro, per lavori effettuati sulla sua Fiat Punto. Una somma esigua per commettere un reato così grave, e questo aveva già innescato dubbi durante l’indagine.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.