Taste - Sapori Mediterranei

Mascherine, pronto accordo per venderle anche nei tabaccai. A settembre obbligo nelle scuole?

Novità per quanto riguarda i DPI, presto intesa per nuova distribuzione e c'è l'ipotesi legata al ritorno nelle classi per quando ripartiranno le lezioni in aula

La prossima settimana o comunque entro maggio le mascherine saranno vendute, al prezzo stabilito dal Governo ovvero 50 centesimi, anche nei tabaccai. Lo ha rivelato nelle ultime ore Domenico Arcuri, il commissario per l’emergenza annunciando quella un accordo che presto sarà messo nero su bianco con l’associazione dei tabaccai in Italia, una intesa che prevede appunto la vendita anche nei tabacchini delle mascherine però con il prezzo fissato qualche settimana fa da Giuseppe Conte.

Una novità che si inserisce nel panorama di accordi che il governo vuole avviare per la distribuzione delle mascherine, potrebbe infatti non essere l’unico canale visto che per Arcuri la distribuzione delle mascherine nelle farmacie e nella grande distribuzione non sono intese da considerarsi “esclusive” dei DPI. “Il prezzo delle mascherine chirurgiche a 50 centesimi + Iva, ovvero a 61 centesimi, è e resterà quello. Purtroppo per gli speculatori e altre categorie simili questo è e sarà. E se ne dovranno fare una ragione. La giungla che abbiamo lambito, la speculazione che abbiamo osservato non c’è più e non tornerà”. ha dichiarato Domenico Arcuri.

Intanto emerge anche una nuova ipotesi legata al rientro a scuola a settembre, mascherine obbligatorie per gli studenti e per gli insegnanti, così come per gli operatori negli istituti, una idea che potrebbe essere messa sul tavolo per delineare il piano sulla ripartenza della scuola italiana, andrebbe ad associarsi al previsto distanziamento sociale all’interno delle aule.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.