No Signal Service

Martedì e la doppia partita: il futuro in un tramonto

Il 21 dicembre, martedì pomeriggio, sarà probabilmente il momento più importante dell’anno, forse anche più importante del match di Pescara che ha consacrato la promozione in A della Salernitana. Una doppia partita, quella sul campo contro l’Udinese e quella in Consiglio Federale. La prima nulla aggiunge al campionato disastroso dei granata, l’appuntamento in Federcalcio è invece fondamentale per la storia della società, verrà infatti deciso se concedere o meno la proroga fino alla fine della stagione per il trust e con lo scopo di vendita della Salernitana oppure determinare quanto deciso a inizio campionato, ovvero l’esclusione dei granata dalla massima serie, con effetto immediato. Uno spunto particolare su quello che potrebbe essere lo scenario viene aggiunto da un articolo di Alfonso Maria Avagliano sul quotodiano Il Mattino oggi in edicola.  La Figc, infatti, potrebbe concedere la proroga a patto che Claudio Lotito e Marco Mezzaroma sottoscrivano con un atto davanti a un notaio la volontà di non “riprendersi” la Salernitana, senza quindi adire alle vie legali nei confronti della Figc. Una mossa di Gravina per evitare un eventuale colpo di coda da parte degli “ex” co-patron. Altra possibilità potrebbe essere quella di far proseguire il campionato dei granata ma con un trust diverso, redatto completamente dalla Figc e con una sorta di bando di gara per aggiudicare la società granata ma resta attualmente una ipotesi difficile da percorrere. I tifosi, intanto, nel match contro l’Inter all’Arechi hanno inviato un messaggio ben preciso al presidente Gravina: “Mantieni la promessa”. Gli innamorati del Cavalluccio Marino preferiscono staccare la spina, “liberarsi dello spettro” Lotito e Mezzaroma, compreso il direttore sportivo Angelo Mariano Fabiani, fare tabula rasa e ripartire da zero con un’altra società anche in serie minori ma con dignità e un progetto tutto nuovo.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.