Assistenza computer salerno e provincia

Mercato di Mariconda cambia volto: c’è il progetto della Coldiretti

Lo scorso luglio la prima a chiedere l'affidamento della struttura è stata la Coldiretti Salerno, nelle scorse settimane l'Amministrazione ha aperto una manifestazione d'interesse

Federica D'Ambro

Non si contano gli anni da quando l’area mercatale di via Asiago, a Mariconda, quartiere della zona orientale di Salerno, è in completo stato d’abbandono. I commercianti non ci lavorano più, e la zona, attualmente, viene utilizzata come deposito. Nei giorni scorsi l’amministrazione comunale di Salerno ha deciso di impegnarsi in un’operazione di ricognizione delle aree mercatali cittadine volta ad individuare, le maggiori criticità esistenti, al fine di predisporre le opportune soluzioni, ed effettuare una revisione delle posizioni dei concessionari dei mercati.

Lo scorso febbraio, l’Amministrazione ha deciso di aprire una manifestazione d’interesse a cura del Settore Attività Produttive per garantire la massima trasparenza e partecipazione al restyling dell’area, da destinare a “Mercato riservato all’esercizio della vendita diretta da parte di imprenditori agricoli”.

In realtà, una prima offerta c’è già stata. Il 19 luglio 2017, l’associazione di categoria Coldiretti Salerno, presentò un primo progetto e una richiesta all’amministrazione di affidamento della struttura mercatale per adibirla allo svolgimento ordinario del mercato di vendita diretta dei prodotti agricoli degli iscritti alla Coldiretti, e che aderiscono al marchio “Campagna Amica” impegnati a vendere solo i loro prodotti agricoli, italiani e a km zero di origine controllata e garantita.

 

IL PROGETTO 

Il progetto della Coldiretti Salerno, però, è più ampio. L’associazione ha intenzione, non solo di riqualificare la zona per permettere ai commercianti di vendere, ma anche di trasformarla in una sede operativa di distribuzione organizzata per le mense, allo svolgimento delle attività proprie del progetto Campagna Amica (recupero di aiuole, animazione per gli anziani, ecc.) interagendo con le realtà locali limitrofe (Comitati di Quartiere, Parrocchie, Istituti Scolastici, ecc.…).

Inoltre, l’obiettivo è anche quello di far diventare l’area mercatale in un vero e proprio polo culturale di conoscenza e diffusione dell’agroalimentare del nostro territorio. Sempre lo scorso luglio, la Coldiretti aveva chiesto di farsi carico dell’investimento per la riattazione dell’area mercatale. Sarà la Coldiretti Salerno a farsi carico dell’intero investimento.

 

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.