No Signal Service

Maria Elena Boschi e De Luca inaugurano la Multimedia Valley a Giffoni – LE FOTO

“Non rinunciate ai vostri sogni” le parole del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri

“Non rinunciate ai vostri sogni”. È l’invito che il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Maria Elena Boschi, ha rivolto oggi ai giovani giurati del Giffoni Film Festival intervenendo all’inaugurazione della nuovissima e avveniristica Multimedia Valley, l’area totalmente dedicata alla creatività e alla cultura, come si legge sul sito del Giffoni Film Festival, finalmente pronta ad accogliere start-up e giovani visionari per promuovere le loro capacità d’impresa. Al taglio del nastro del primo lotto dell’innovativo spazio dedicato al “cultural entertainment”- realizzato dalla ditta Rcm e Cicalese Impianti – sono stati il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Maria Elena Boschi, il Sindaco di Giffoni Valle Piana Antonio Giuliano, il Presidente di Giffoni Experience Piero Rinaldi e il Direttore Claudio Gubitosi.

“La Multimedia Valley – ha esordito il Sottosegretario Boschi – costituisce un’opportunità per questo territorio perché consentirà al Festival di vivere durante tutto l’anno, diventando il cuore pulsante e il punto di riferimento per la creatività di tanti giovani provenienti da tutto il mondo. Un’occasione importante di occupazione e lavoro, una bella immagine del nostro Mezzogiorno: da una cittadina come Giffoni è nato un sogno conosciuto ovunque”.

Nel corso del suo intervento la Boschi si è soffermata sulla valenza del Festival e sulla sua importanza per la crescita dei ragazzi. “Oggi – ha confessato ai giurati in Sala Truffaut – ho realizzato un mio desiderio: venire al Giffoni Film Festival. Qualche anno fa lo guardavo in tv, vi confesso con un po’ di invidia che avrei voluto essere al loro posto. Anche per noi adulti – ha aggiunto – il Gff resta un sogno, certo non possiamo viverlo con la stessa emozione e partecipazione dei ragazzi che sono adottati dalle famiglie e dal territorio e si appassionano ai tanti temi affrontati dai film, confrontandosi e guardandosi negli occhi, magari imparando a osservare le cose con la prospettiva del vicino di poltroncina, incontrando grandi autori e registi, e facendo tesoro di quest’esperienza”. “Alcuni di voi – ha proseguito il Sottosegretario rivolta ai giovani giurati – decideranno di diventare regista, sceneggiatore, tecnico del suono o magari farete tutt’altro ma vi porterete dentro questo bellissimo ‘viaggio’ dove non ci sono differenze di lingue e provenienza. C’è la bellezza e il coraggio di esprimere la propria opinione e confrontarsi con la consapevolezza che si può cambiare idea”.

“Il Festival – ha rimarcato – è tra i principali per qualità dei film, dei dibattiti e della partecipazione. È un orgoglio come italiani sapere che abbiamo la possibilità di poter parlare di Giffoni al mondo intero, una chance preziosa per superare barriere e pregiudizi, in particolare in questi giorni complicati, in cui alcune persone cercano di spaventarci, costringerci a cambiare abitudini e vita. Giffoni è un modo per dire che non ci lasciamo spaventare e abbiamo coraggio di puntare tutto sul dialogo e sulla bellezza dello stare insieme”.

In chiusura un omaggio – con citazione – a “uno dei grandi amici del Festival: Bernardo Bertolucci ha detto che forse con il cinema non si può cambiare il mondo ma creare un mondo. Sicuramente è così. Sono convinta – ha concluso – che il cinema un pochino possa cambiare la percezione di ciascuno di voi perché tornerete a casa un po’ diversi da come siete arrivati. Non fatevi rimpicciolire i sogni: dipende da voi tutelare e proteggere le vostre aspettative”.

De Angelis - Grafica e stampa

Commenti

I commenti sono disabilitati.