Taste - Sapori Mediterranei

M5S, Muscarà: “12,6 milioni per bonificare i siti abbandonati, De Luca ora non ha più alibi”

La consigliera regionale: “La Regione è il soggetto attuatore, si proceda subito a programmare le operazioni di bonifica”

categoria cronaca

“De Luca e Bonavitacola non hanno più alibi. Il ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha stanziato oltre 105 milioni di euro per la bonifica dei siti abbandonati nel Paese e alla Campania spetterà una quota pari a 12 milioni e 623 mila euro. Tocca ora Regione, nella sua veste di ente attuatore, programmare l’attività di bonifica e auspichiamo che lo si faccia al più presto. Un’attività ferma da anni, nonostante proclami, annunci e scadenze mai rispettate. Sono decine i siti nella nostra regione, tra discariche, manufatti abbandonati e terreni nei quali per anni sono stati interrati veleni di ogni genere, che continuano a rappresentare un pericolo per la salute dei nostri cittadini. I soldi ora ci sono ed è stato individuato anche chi ha la responsabilità di spenderli: il presidente della Regione”. Lo dichiara la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Maria Muscarà.

“Le risorse erogate dal nostro Governo – precisa Muscarà – non potranno essere dirottare altrove, come ha fatto De Luca negli anni scorsi, quando i soldi stanziati per la bonifica dei siti inquinati sono stati letteralmente bruciati nell’operazione ecoballe, con i risultati fallimentari che ben conosciamo. Alla luce di questo provvedimento, si rende necessaria, oggi più che mai, l’istituzione di una Commissione di vigilanza e di controllo su bonifiche, ciclo dei rifiuti e Terra dei Fuochi. Intanto porterò il tema all’ordine del giorno nella prossima seduta della Commissione Ambiente, perché si proceda tempestivamente a individuare i siti abbandonati e oggetto di inquinamento in Campania e a programmare le necessarie operazioni di bonifica”.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.