Taste - Sapori Mediterranei

L’ultimo corpo del Rigopiano è quello di Stefano Feniello

Il ragazzo originario di Valva è morto sotto la valanga abbattutasi sull'hotel

Lo ha riconosciuto il papà da un tatuaggio. È di Stefano Feniello l’ultimo corpo senza vita identificato a Rigopiano – lo scrive l’edizione online de Il Mattino, il 28 enne originario di Valva, in provincia di Salerno, non ce l’ha fatta. In vacanza per una sola notte con la sua fidanzata, Francesca Bronzi, per festeggiare il compleanno di lui e i cinque anni di fidanzamento, è stato ucciso dalla slavina che s’è abbattuta sull’hotel. Svanisce così ogni speranza di riabbracciarlo, dopo giorni pieni di attesa e notizie spesso errate che trapelavano.
«Abbiamo sperato fino alla fine, sempre. Lo abbiamo fatto anche quando per un errore avevano dato per vivo Stefano – dice il sindaco di Valva, Vito Falcone – Ora è arrivata la notizia peggiore di tutti. È un dramma per la famiglia a cui siamo vicini, è un dramma per la nostra comunità che ha vissuto e partecipato in questi giorni così difficili».

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.