Taste - Sapori Mediterranei

Luci d’artista e offerta turistica del brand Salerno al World Travel Market di Londra – VIDEO

I dettagli sull'evento

Il Comune di Salerno sarà presente dal 6 all’8 novembre al World Travel Market di Londra, la fiera del turismo più importante d’Europa. L’amministrazione comunale, rappresentata dall’assessore al Bilancio e allo Sviluppo Roberto De Luca, partecipa al grande evento dell’industria turistica, che conta circa 51000 tra operatori del settore, buyers, digital influencers, stampa specializzata, studenti e ministri del turismo europei, per presentare e promuovere l’offerta turistica della città: le Luci d’Artista – la straordinaria mostra di opere d’arte luminosa en plein ari che già da anni attira migliaia di visitatori dall’estero – il ricco calendario di eventi 2018, il patrimonio storico-culturale, paesaggistico e gastronomico di una città che occupa una posizione baricentrica rispetto a due poli UNESCO.
CHE COS’E’ IL WORLD TRAVEL MARKET?
Il World Travel Market London è il principale evento globale per l’industria del viaggio attualmente in Europa. Utile per  incontrare professionisti del settore e condurre affari. Attraverso le sue reti industriali, la portata globale WTM London crea opportunità personali e di business, offrendo ai clienti contatti, contenuti e comunità di qualità.

“Sarà un’occasione importante – spiega l’assessore De Luca – per promuovere il brand Salerno e consolidare ulteriormente la nostra destinazione sui mercati internazionali, i cui numeri testimoniano già una forte crescita negli ultimi anni. Nel 2016 il mercato del turismo estero – sottolinea De Luca – valeva circa 40 milioni nel perimetro del comune capoluogo, con un ulteriore trend positivo nel 2017, di cui buona parte rappresentata dal mercato britannico. A Salerno sono state circa 10000 le presenze di visitatori dal Regno Unito nel 2016 con un trend di crescita di quasi il 60% rispetto al 2015. Stiamo lavorando – preannuncia De Luca -alla creazione di un’offerta turistica sempre più ricca ed integrata, che sia in grado di tenere insieme diversi target di domanda, dal turismo culturale a quello balneare fino a quello destinato al settore wedding, e che possa rendere più strutturali i flussi provenienti dall’estero ed in particolare dal Regno Unito, far crescere il tasso di permanenza dei turisti nella nostra città e incentivare l’ampliamento degli itinerari di visita nelle località già saldamente inserite nelle mappe internazionali come la Costiera Amalfitana, Paestum ed il Cilento”.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.