Taste - Sapori mediterranei

L’Orchestra sinfonica di Salerno sarà protagonista a Berlino

Per una sera gli originali giardini tematici si trasformeranno in un teatro sotto le stelle nel quale l’orchestra salernitana sarà diretta dal M° Stefano Salvatori del Teatro alla Scala di Milano

Palcoscenico internazionale per l’Orchestra Sinfonica di Salerno “Claudio Abbado” che sabato 10 settembre sarà a Berlino per suonare all’importante concerto “Viva la musica 2016” che si tiene nel prestigioso “Gärten der Welt”, i Giardini del Mondo di Berlino. Per una sera gli originali giardini tematici si trasformeranno in un teatro sotto le stelle nel quale l’orchestra salernitana sarà diretta dal M° Stefano Salvatori del Teatro alla Scala di Milano. In questo concerto che si preannuncia dalle grandi emozioni ci sarà il talentuoso Gennaro Cardaropoli, classe 97, vincitore del Premio Abbado 2015 come migliore giovane violinista italiano. Cardaropoli, oltre ad esibirsi da solista, in questo concerto suonerà anche da spalla dell’orchestra. Due saranno le voci che si alterneranno sul palco: il soprano Elisa Balbo ed il tenore Raùl Alonso. Al termine del concerto seguirà uno spettacolo di fuochi pirotecnici che colorerà il cielo di Berlino con le sue coreografie.

“Per la nostra orchestra – dice Giovanni Di Lisa, presidente dell’Orchestra Sinfonica di Salerno Claudio Abbado – questo concerto rappresenta un’occasione di crescita e di confronto. In soli cinque mesi i giovani musicisti hanno avuto la possibilità di suonare tanto, riscuotendo successo. L’appuntamento di “Viva la musica” s’inserisce in un percorso che ci vede proiettati verso nuovi orizzonti. Berlino è per noi il primo dei concerti che ci vedrà impegnati in giro per il mondo”.

Tschaikowsky, Rossini, Dvorak, Verdi, Bizet, Strauss, Puccini, sono solo alcuni degli autori ai quali si è attinto per il programma che aprirà con l’esecuzione di Eugen Onegin “Polonaise” di Tschaikowsky. Tra i pezzi che saranno suonati anche il Kaiserwalzer di J. Strauss e dalla Traviata non mancheranno il “Brindisi” e “Addio del passato”.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.