Pizzeria Betra Salerno

Livorno match “caldo”: nel secondo anno di Zeman la vittoria contro Protti e Danilevicius

Era il 2002, in avanti per i granata la meteora Gonzalez, tra i pali per gli amaranto c'era Amelia

Enzo Sica

Precedenti incoraggianti, da tenere in considerazione ma certamente la gara di mercoledì, tardo pomeriggio, contro il Livorno (inizio ore 19) non è quella tra le più facili. Vero che l’ultimo posto dei labronici invita all’ottimismo ma le sfide contro gli amaranto sono state sempre tirate. Basti dire che proprio l’attuale allenatore toscano, Lucarelli, nel 2003 – 2004, alla guida dell’attacco livornese sbancò Salerno con una doppietta che lasciò l’amaro in bocca a tutti. E’ vero che sono trascorsi 14 anni da allora ma bisogna tener conto che nulla può essere lasciato al caso. La Salernitana parte con i favori del pronostico. In 20 gare disputate a Salerno ben 9 vittorie dei granata, sette i pareggi e solo 4 volte gli amaranto hanno violato il terreno salernitano. Dunque belle prospettive per un eventuale successo, prospettive arricchite anche dal direttore di gara che sarà Rapuano di Rimini che un vero e proprio portafortuna per la Salernitana che con lui ha fatto sempre ottenuto solo risultati positivi.

IL PRECEDENTE

Era il 28 settembre del 2002, di sera i granata affrontavano il forte Livorno guidato da Donadoni, sulla panchina della Salernitana invece Zdenek Zeman. Fu un anno disastroso per gli amanti del cavalluccio marino ma quella gara portò in dote i 3 punti che fecero pensare a tutt’altro percorso. Davanti a Botticella, in linea a 4, Roberto Cardinale, Luca Fusco, Pierotti e Drobrijevic, a centrocampo Camorani, Antonio Maschio e Giacomo Tedesco, davanti la meteora Gonzalez, Fabio Vignaroli e Babù. Il Livorno, invece, scendeva in campo con una Amedia, Cannarsa, Vanigli e Balleri, centrocampo a cinque, Doga e Saverino sugli esterni, Biliotti, Grauso e Ruotolo al centro, davanti il lituano Danilevicius e l’icona degli amaranto: Igor Protti. Una gara che sembrava destinata a terminare 0-0 poi, a 10 minuti dal termine succede di tutto, Vignaroli la sblocca, all’88esimo Dobrijevic raddoppia e nei minuti di recupero Messina assegna un rigore ai toscani, lo realizza proprio Protti, il match terminerà 2-1 per i granata.

 

Salernitana - Livorno Campionato Serie B 2015-16

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.