Taste - Sapori Mediterranei

Lite giocando a carte, colpì con un pugno l’amico che morì tornando a casa: assolto 55enne

Accadde tutto nell'agosto del 2012, in un bar di San Valentino Torio, due amici stavano giocando una partita a briscola, poi la lite

Accadde tutto nell’agosto del 2012, in un bar di San Valentino Torio. Due amici stavano giocando una partita a briscola, come si legge sul quotidiano Il Mattino, poi gli animi si riscaldano, forse per qualche battuta non concessa, parte la lite e partono anche le mani con gli amici nel locale pronti a dividerli. Uno dei due, un 55enne, colpì al volto l’altro uomo, Luigi Serino. Dopo essersi ripreso dal cazzotto torno a casa in bicicletta ma nel tragitto fu colto da un malore. Venne trasferito d’urgenza all’ospedale di Sarno ma non ci fu nulla da fare, l’uomo mori per un arresto cardiaco. Così il 55enne che sferrò il colpo divenne imputato e accusato di omicidio preterintenzionale. A distanza di anni è arrivata la sentenza di primo grado con il 55enne assolto in virtù di una perizia disposta proprio dal Tribunale, nessun nesso tra il pugno sferrato e la morte di Luigi Serino, nel pomeriggio di ieri è giunta poi anche la sentenza in secondo grado con la seconda assoluzione per l’uomo.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.