Taste - Sapori Mediterranei

Libera porta nelle scuole salernitane l’educazione alla legalità

Firmato ieri a Palazzo di Città il protocollo d'intesa, una rete di 15 istituti scolastici aderiscono al progetto dell'associazione contro le mafie

Sono 15 gli istituti scolastici salernitani che rientrano nel progetto per il nuovo modello educativo dell’associazione Libera contro le mafie, ovvero determinare delle ore per far conoscere ai giovanissimi il senso delle sanzioni, il rispetto delle norme e molto altro, una ripresa importante dell’educazione alla legalità. A spiegare il progetto Anna Garofalo, referente del coordinamento provinciale di Libera a Salerno: “Pensiamo a un nuovo modello di sviluppo con una rete, non solo nelle scuole ma anche con le istituzioni e le associazioni del territorio. Lottiamo per la conoscenza, la lotta all’ignoranza ma soprattutto lavoro, se non facciamo questo la scuola fallisce. C’è un accordo di rete con la presenza di 15 scuole, noi siamo disponibili all’apertura anche a altri istituti ovviamente per approcciare ai valori di Libera, sarà un cammino difficile ma la scommessa è crederci e sporcarsi le mani, altrimenti faremo solo i burocrati. Le attività finanziate o meno saranno fatte all’interno delle scuole, nella direzione delle finalità di Libera, costruire una società diversa a quella che esiste”. Alla firma del protocollo a Palazzo di Città e a parlare agli studenti salernitani c’era anche don Luigi Ciotti, presidente nazionale di Libera: “Il progetto che sta nascendo può far piacere ma non basta – spiega don Ciotti – io sono sempre molto preoccupato della parola che oggi ci hanno rubato, la legalità. Perchè negli anni in cui abbiamo cercato di costruire tanti progetti sulla legalità è cresciuta l’illegalità nel nostro paese. Prima della legalità c’è la responsabilità, l’io si deve mettere in gioco con la giustizia che è in noi, allora educandoci alla responsabilità diventa importante creando le condizioni affinchè questi ragazzi siano protagonisti, possiamo farlo creando un legame scuola e lavoro. Il cambiamento ha bisogno di tutti”.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.