No Signal Service

“Leggo per reggere”

L'iniziativa di Flauto e Fornario

Pasquale Petrosino

categoria tempo libero

Come spesso accade i momenti di emergenza, come quelli in cui siamo immersi, diventano terreno fertile di iniziative ed aggregazioni fra enti, comunità, categorie di settore, artisti. E’ il caso della nuova iniziativa, nata da poco sui social e divenuta virale, “Leggo quindi Reggo”. Ad idearla Umberto Flauto con il supporto del regista Rodolfo Fornario. L’ iniziativa coinvolge, anche numerosi artisti, nella lettura di testi letterari condivisi sui social per massimo di 60 secondi. Un modo di sostegno a quel mondo, culturale, di cui l’epidemia sembra voler cancellarne l’essenza, eliminandola dal tessuto sociale. Un mezzo per attraversare, uno dei momenti di buio totale. “Quasi sempre le idee nascono per caso, quasi sempre qualcuno o qualcosa te le ispira” afferma l’ideatore Umberto Flauto presidente dell’associazione Laboratorio di Pensieri Scomposti. Importante l’incontro tra Flauto ed il regista Rodolfo Fornario, presidente dell’Associazione Arcoscenico. “L’incontro con Rodolfo” prosegue Flauto “mi ha permesso di pensare ad un progetto che unisse la lettura con l’arte del teatro, che io chiamo “arte pratica” da qui LEGGO quindi REGGO”. “Per ora Rodolfo ed io dobbiamo impegnarci a far leggere per reggere” conclude l’ideatore. La coesione di idee e di manifestazioni culturali che virino l’immaginario collettivo, verso la bellezza, di cui la cultura è senz’altro l’unica detentrice è humus importantissimo in terreno, arido e martoriato come quello dei giorni nostri .

De Angelis - Grafica e stampa

Commenti

I commenti sono disabilitati.