Pizzeria Betra Salerno

Lecce e Salerno, Babù racconta il suo cuore a metà

Legato a entrambe le città, squadre e tifoserie. Il brasiliano: “Gregucci? Preparatissimo, unico a creare armonia nel gruppo”

Francesco Saggese

Babu02
L’INTERVISTA | “La Salernitana è stata la mia prima squadra italiana e mi auguro che possa approdare a palcoscenici più importanti”

Queste sono le parole di Anderson Rodney de Oliveira, meglio noto come Babù che in merito alla prossima partita che si disputerà allo stadio Arechi sabato alle ore 18.00, ci ha lasciato delle dichiarazioni.

Calciatore brasiliano, nato a San Paolo il 23 dicembre classe 1980, fu notato dall’allora allenatore della Salernitana, il boemo Zdenek Zeman che decise di portarlo con se nella stagione 2001/2002 dove realizzò 3 gol in 27 partite.

In merito a questa accesa sfida che si giocherà nel weekend contro il Lecce di mister Fabio Liverani, l’ex di ambedue le squadre ha espresso la propria opinione sul contesto generale che racchiude queste due realtà dichiarando: “Lecce e Salerno per me sono state le piazze più importanti della mia carriera, la Salernitana è stata la mia prima squadra italiana e con i tifosi ho stretto un legame molto forte, mentre con la città di Lecce ho un legame altrettanto forte e significativo, perché con questa squadra ho avuto la possibilità di giocare negli stadi più importanti della serie A, con un campionato molto difficile”.

Quale idea si è fatto Babù di questa Salernitana che dopo il cambio allenatore sembra aver trovato più fiducia grazie a mister Gregucci?

“Ho visto che la Salernitana ha vinto una bellissima partita su un campo molto difficile – riferimento alla partita di Palermo, vinta dalla Salernitana per 1-2 – e sono convinto che mister Gregucci sa quello che deve fare per cacciare il meglio da questa squadra – in merito poi al suo passato insieme a Gregucci aggiunge – Angelo è stato il mio allenatore a Venezia, e posso dire che è una persona preparatissima, sa come creare l’armonia all’interno dello spogliatoio e soprattutto riesce a dare un senso di sicurezza alla squadra, lo stimo veramente tantissimo”.

Come spera finirà questo match tra Salernitana e Lecce, anche se c’è da dire che la scorsa settimana il suo collega Davide Bombardini pronosticò un pareggio col il Palermo che però non si è avverato?

“E’ molto difficile dire per quale squadra tiferò, quindi mi associo al pensiero fatto da Davide – il merito al pareggio pronosticato da Bombardini con il Palermo – perché voglio molto bene a queste città, ai loro tifosi ed è bello vedere la passione che questa gente ci mette, e in un campionato così difficile come la serie B, un punto è sempre un punto, soprattutto perché ho visto che il Lecce e la Salernitana si portano soltanto 4 punti di differenza all’interno di una classifica molto corta e rimarrei molto contento se anche una delle due riuscisse ad approdare in massima serie”.

Babu01

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.