Taste - Sapori Mediterranei

La traslazione del corpo di San Matteo – LE FOTO

Ieri la celebrazione nella Cattedrale, don Michele Pecoraro: "E' il 6 maggio il giorno che ha segnato la nostra identità.."

E’ stata celebrata ieri sera in Cattedrale la traslazione del corpo di San Matteo. All’ingresso del quadriportico un lungo tappeto di fiori che si conclude con un’opera realizzata dai maestri fioristi in cui emerge l’immagine del patrono con i colori della città. Grande la partecipazione dei salernitani e devoti, gremito in ogni angolo il Duomo della città anche se qualcuno nota l’assenza dell’amministrazione comunale, nessuna rappresentanza e l’assenza del gonfalone del Comune alla cerimonia. Ad entrare il braccio di San Matteo nell’atrio il vescovo di Vallo della Lucania Ciro Miniero, al suo fianco i portatori del patrono. “Questa è la data delle date – le parole di don Michele Pecoraro – è il 6 maggio il giorno che ha segnato la nostra identità, la vita, la cultura, l’arte della città di Salerno e da cui si sono generate coesione e sviluppo”.

 

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.