Pizzeria Betra Salerno

LA TATTICA – Tutte le mosse di Inzaghi, ecco il suo Venezia

Ultimi arrivi quelli di Del Grosso e Zigoni per potenziare l'organico

Cambia, sapendo di cambiare, così Filippo Inzaghi ha improntato l’inizio di preparazione del suo Venezia. Quello che sembra un refrain senza senso in realtà incornicia il pensiero dell’allenatore. Il suo modulo, credo tattico, così come quello di Bollini è il 4-3-3, schieramento che conosce bene come i suoi uomini. Così nella disposizione spesso il tecnico ha provato una soluzione diversa, complice le qualità dei difensori, abili e adattabili quasi di più ad una difesa a tre. Inzaghi nelle ultime apparizioni ha schierato inizialmente un 3-5-2, con gli esterni molti larghi e offensivi, per poi riportare gli uomini nel vecchio spartito del 4-3-3.

In porta Auder, dietro Zampano, Andelkovic, Modolo e Domizzi, così come Cernuto, sono questi i 5 che girano nel reparto arretrato, con Zampano, Domizzi e Andelkovic che godono di maggiore rilevanza. Quest’ultimo però non ha ancora raggiunto i migliori livelli di condizione atletica. Sugli esterni lavorano Vitale e Falzerano, ex conoscenza granata, ovviamente il folletto originario di Pagani è molto più offensivo. Arrivato da poco, invece, ma già in forma e pronto c’è Del Grosso, voluto fortemente da Inzaghi.

A centrocampo fiore all’occhiello Pinato, 22enne scuola Milan, può giocare anche esterno, ha esordito quest’anno in cadetteria con il Latina. In mediana si muoveranno quasi certamente Bentivoglio, sarà lui a battere quasi tutti i piazzati, e Suciu. Alternative Stulac e Soligo. Se resta sarà a disposizione anche Fabris.

In avanti si alternerà nel tridente con Falzerano l’esterno offensivo Gianni Fabiano, Moreo, l’ex Brescia Geijo e Zigoni, che fugacemente era stato sondato dalla Salernitana. Altra alternativa lo sloveno Mlakar.

 

 

 

 

(foto – pagina ufficiale Venezia Fc)

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.