La sua penna per l’eternità: si è spento Andrea Camilleri

Solo dopo la sepoltura sarà reso noto il luogo dove saranno conservate le spoglie dello scrittore. La notizia, ovviamente, ha scosso non solo gli appassionati di genere ma tutto il paese che rende omaggio ad Andrea Camilleri.

Camilleri

Si è spento all’ospedale Santo Spirito di Roma, lì dove era da tempo ricoverato, Andrea Camilleri. Lo scrittore aveva 93 anni, un vero fenomeno della Letteratura mondiale, i suoi libri hanno superati i 30 milioni di copie. Per volontà di Camilleri non ci sarà nessun momento pubblico per quanto riguarda le esequie, così come ha voluto anche la famiglia, nessuna camera ardente e il funerale stesso sarà in forma privata.

Solo dopo la sepoltura sarà reso noto il luogo dove saranno conservate le spoglie dello scrittore. La notizia, ovviamente, ha scosso non solo gli appassionati di genere ma tutto il paese che rende omaggio ad Andrea Camilleri. Nato in provincia di Agrigento, a Porto Empedocle, il 6 settembre del 1925, Camilleri ha cominciato a lavorare come registra teatrale nel 42′, fu il primo a “portare” Beckett in Italia.

Nel 1957 inizia la sua carriera nella Rai. Nel 94 pubblica il primo romanzo poliziesco passato alla storia con il personaggio del commissario Montalbano.

«Se potessi vorrei finire la mia carriera seduto in una piazza a raccontare storie e alla fine del mio ‘cunto’, passare tra il pubblico con la coppola in mano». Andrea Camilleri.

Commenti

I commenti sono disabilitati.