Taste - Sapori Mediterranei

La strage degli “invisibili”, muore a Salerno un altro clochard

Due morti in 7 giorni, l'ultima vittima del freddo un senzatetto di 35 anni, ricoverato ieri al Ruggi ma non ce l'ha fatta

Aveva 35 anni, morto per una grave crisi respiratoria, era un cittadino rumeno senzatetto che stazionava da diversi giorni a Salerno. E’ stato trasportato d’urgenza al San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona da una ambulanza del 118 allertata dai suoi stessi “compagni” clochard. Come rivela il quotidiano La Città, oggi in edicola, il giovane si è sentito male nella serata di mercoledì. E’ il secondo morto in soli sette giorni, il 15 ottobre fu ritrovato senza vita un altro cittadino tedesco senza fissa dimora, seduto, nel mercatino etnico di via Vinciprova. Ed è polemica in città su quanto le istituzioni possano fare per evitare altri casi del genere, come ha dichiarato Sonia Senatore responsabile del dipartimento campano di Forza Italia per libertà civili e i diritti umani: ”

“A Salerno manca unʼallerta da parte della protezione civile, la dignità umana viene prima di tutto. Lʼassessorato alle Politiche Sociali del Comune di Salerno, mobiliti le associazioni di volontariato e riapra le strutture chiuse del centro storico, o altre che sono in disuso, per poter affrontare le condizioni dei senzatetto, senza criminalizzarli”.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.