Pizzeria Betra Salerno

La sfida di Mazzarani: la sua “rivincita” si chiama Salernitana

Il trequartista romano ritorna in serie B, sarà questa l'occasione per dimostrare di saper fare ancora la differenza?

Carmine Raiola

Sembra ormai cosa certa l’arrivo di Andrea Mazzarani, come confermato anche dal diesse Fabiani al Corriere dello Sport.
Colantuono nella prossima stagione, dunque, potrà contare su un giocatore che per tanti anni è stato considerato uno dei talenti italiani più puri ed interessanti e che nella sua carriera ha dimostrato, nelle sue passate esperienze, di essere un ottimo giocatore per la serie cadetta.
Mazzarani( che arriverà da svincolato) è dunque in procinto di firmare un biennale con un opzione per il terzo anno che lo legherà alla Salernitana fino al 2020, nulla è ancora ufficiale ma le parole di Fabiani, come detto, fanno pensare che la trattativa sia chiusa con il calciatore che ha già lasciato il Catania.
Molto probabile è che la squadra granata attenda la fine del contratto naturale del giocatore con la sua ex squadra, per poi ufficializzare l’acquisto.
Mazzarani è un trequartista duttile, capace di mandare in porta i compagni con passaggi illuminanti, gettarsi negli spazi creati dal movimento degli attaccanti e di recuperare spesso il pallone per far ripartire l’azione.
Nella sua carriera è stato impiegato sia da mezzala ma anche come centrocampista offensivo sulla destra.
Il centrocampista romano è cresciuto nelle giovanili della Cisco Roma con cui ha disputato 27 partite e siglato 4 gol in serie C2, l’ anno seguente l’Udinese decide di acquistarlo senza mai farlo esordire in prima squadra.
Nell’ estate del 2009 il capitolino passa in prestito a Crotone con cui disputa 30 partite e sigla 3 gol, dopo essere tornato all’Udinese viene mandato in prestito a Modena dove gioca una delle sue migliori stagioni impreziosita da 9 reti in 37 gare.
Il campionato appena citato gli consente di salire di categoria, infatti a rilevarlo è il neo promosso Novara  che lo fa esordire in serie A contro l’ Inter, il primo ( ed unico) gol in massima serie lo sigla contro il Palermo nel pareggio per 2-2.
Torna la stagione successiva a Modena dove colleziona 48 presenze e 12 gol, giocando la sua migliore stagione della carriera ma l’anno seguente cambia nuovamente casacca per indossare quella dell’ Entella con la quale segna 7 gol in 33 presenze.
Dopo l’esperienza ligure torna per la terza volta a Modena dove non avrà la fortuna degli anni precedenti, disputa infatti solo 14 gare e segna solo 3 gol, così dopo una parentesi  al Crotone senza mai giocare, si trasferisce a Catania.
Con gli etnei in due stagioni disputa 60 partite e sigla 9 gol il primo anno e 7 in quest’ campionato per un totale di 16 gol totali.
L’ arrivo di Mazzarani, dunque, è importante soprattutto per il calciatore poichè può essere una nuova opportunità di rimettersi in mostra in cadetteria e dimostrare di poter fare ancora la differenza a 28 anni in una categoria non semplice quale è la Serie B

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.