Taste - Sapori Mediterranei

La Severino è costituzionale: la Consulta rigetta il ricorso

De Luca e de Magistris nuovamente ad un passo dalla sospensione dalle proprie cariche

admin

Infondata la questione di incostituzionalità della legge Severino. Sospensione più vicina per De Luca e de Magistris, tutti e due con una condanna per abuso d’ufficio sulle spalle. La Corte Costituzionale ha respinto il ricorso – presentato dal sindaco di Napoli – con il quale veniva mossa un’eccezione di costituzionalità della legge che prevede la sospensione dalle proprie cariche per gli amministratori pubblici sul cui capo pende una condanna, anche se non definitiva.
I giudici della Consulta, infatti, hanno ritenuto che l’istanza risultasse infondata proprio nella parte che contesta la rispondenza ai dettami della Costituzione in riferimento allo stop di 18 mesi da infliggere agli amministratori: un aspetto che è stato sempre considerato come una sorta di sovversione della volontà popolare.
Un caso che accomuna il primo cittadino di Napoli al presidente della Regione Vincenzo De Luca, condannato in primo grado per abuso d’ufficio dal Tribunale di Salerno nell’ambito del processo sul Termovalorizzatore. Entrambi- dopo aver ricevuto da parte del Tar la “sospensione della sospensione” – ora sono praticamente ad un passo dal dover lasciare temporaneamente le rispettive poltrone. E se per de Magistris la scadenza di mandato è comunque vicina (in primavera nella città capoluogo di Regione si torna alle urne per il rinnovo del Consiglio comunale), per il governatore De Luca – eletto lo scorso maggio – il discorso è più complesso ed articolato ed implicherebbe una lontananza fattiva del presidente della Giunta regionale dal proprio incarico a palazzo Santa Lucia, per un anno e mezzo.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.