Pizzeria Betra Salerno

La Salernitana si aggiudica il derby di Pagani grazie all’autorete di Moracci

Tre punti pesanti per gli uomini di Menichini che recriminano per un gol regolare annullato a Colombo

Roberta Sironi

532

PAGANESE – SALERNITANA 0-1

PAGANESE (4-3-3): Casadei; Donida, Tartaglia, Moracci, Dijbo; Vinci, Bergamini (16’st Franco D.), Russini (23’st Biasci); Longo, Girardi, Deli (8’st Calamai). A disp.: Novelli, Coulibaly, Baccolo, Malaccari. All.: Sottil.

SALERNITANA (4-3-3): Gori; Colombo, Tuia, Lanzaro, Franco; Bovo, Moro, Favasuli (11’st Perrulli); Gabionetta, Calil (17’st Cristea), Negro (32’st Mendicino). A disp.: Russo, Bocchetti, Pezzella, Tagliavacche. All.: Menichini.

Arbitro: Paolini di Ascoli Piceno.

Reti: 9’st autogol Moracci.

Ammoniti: Colombo (S), Tuia (S), Longo (P), Vinci (P).

Espulsi: nessuno.

Note: giornata primaverile, terreno in discrete condizioni. Angoli: 2-6. Recuperi: 1’pt, 4’st.

PAGANI- La Salernitana espugna il “Marcello Torre” di Pagani grazie all’autorete di Moracci e consolida il proprio primato in classifica. Terza vittoria di fila per gli uomini di Leonardo Menichini che si aggiudicano il derby portandosi a quota 73 punti in attesa dei risultati provenienti dagli altri campi. Occhi puntati soprattutto sul match tra le dirette concorrenti Lecce-Benevento. Sconfitta amara invece per la Paganese, che conferma il trend negativo tra le mura amiche. Nel corso del 2015, gli azzurrostellati hanno infatti vinto soltanto una volta al Torre. E’ stata una sfida tra 4-3-3. Entrambi i tecnici hanno dovuto rinunciare a qualche pedina importante ma lle novità più ghiotte sono giunte proprio dal fronte granata dove Menichini ha lasciato Cristea in panchina per lanciare dal primo minuto Calil. Primo tempo equilibrato, caratterizzato da un ottimo pressing da parte dei padroni di casa motivati a fare bella figura al cospetto della capolista. Il finale della prima frazione di gioco è reso incandescente da un gol annullato per sospetto fuorigioco alla Salernitana. Al 42′ Tuia, in posizione regolare, serve Lanzaro che supera l’estremo difensore Casadei, l’ultimo tocco è di Colombo che appoggia la palla in rete ma per l’arbitro e per il suo assistente l’azione è irregolare. Il primo tempo finisce così sul risultato di 0-0 con i granata che rientrano negli spogliatoi non senza recriminazioni. L’amarezza della capolista lascia il posto ad un ritrovato entusiasmo al 9′ della ripresa quando un’autorete di Moracci su tiro di Franco propizia il vantaggio degli ospiti. La Salernitana legittima il vantaggio sfiorando il raddoppio prima con Tuia poi con Gabionetta, che si vede deviare in angolo la sua potente conclusione con Casadei ormai battuto. Al 38′ ancora una grossa occasione per la Salernitana con Gabionetta che riceve palla dal neo entrato Mendicino ma dopo un dribling spettacolare il brasiliano spara alle stelle. L’ultima azione pericolosa al 47′ porta la firma di Mendicino. La gara termina dopo 4′ di recupero con i granata che superano la Paganese per 1-0 ed incamerano altri tre punti pesanti in chiave promozione.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.