Pizzeria Betra Salerno

La Salernitana cala il poker: 4-1 alla Lupa Roma

Davanti ad oltre 10.000 spettatori ulteriore passo dei granata verso la B. Brasiliani in evidenza

Roberta Sironi

SALERNITANA – LUPA ROMA 4-1

SALERNITANA (4-2-3-1): Gori; Colombo, Lanzaro, Bocchetti, Franco; Moro (23’st Bovo), Favasuli; Gabionetta, Negro (30’st Cristea), Perrulli (38’st Grillo); Calil. A disp.: Russo, Bianchi, Pezzella, Pestrin. All.: Menichini.

LUPA ROMA (4-5-1): Rossi; Martorelli (1’st Conson), Cascone, Pasqualoni, Celli; Bariti, Cerrai, Capodaglio, Raffaello (1’st Margarita), Mastropietro (9’st Leccese); Del Sorbo. A disp.: Di Mario, Faccini, Prevete, Ferrari. All.: Cucciari.

ARBITRO: Pelagatti di Arezzo.

RETI: 16’pt Favasuli, 48’pt Calil, 4’st e 34’st su rigore Gabionetta, 46’st Del Sorbo su rigore (LR).

AMMONITI: Moro (S), Gabionetta (S), Perrulli (S), Margarita (LR).

ESPULSI: nessuno.

 

NOTE: giornata primaverile, terreno in ottime condizioni. Recuperi: 3’pt, 2’st. Angoli: 2-3. Spettatori: 10509 compresi abbonati per un incasso non comunicato.
Ritorno in campo in grande stile per la Salernitana che dopo la sosta di Pasqua sbrana la Lupa Roma allo stadio Arechi e si consolida al comando della classifica del girone C del campionato di Lega Pro. 4-1 il risultato finale con reti di Favasuli, Calil, doppietta di Gabionetta e Del Sorbo. A quattro giornate dal termine della regular season un altro importante passo in avanti verso la promozione in serie B è stato compiuto. Davanti a 10.000 spettatori, e soprattutto davanti ai patron Lotito e Mezzaroma, la Salernitana ha offerto una prestazione da vera capolista. Aggressiva, cinica e senza sbavature, per la compagine granata è stato davvero facile sbarazzarsi della Lupa Roma, proprio come accaduto nel match d’andata quando Pestrin e compagni si imposero per 4-0 in terra laziale. Come anticipato alla vigilia, Menichini rispolvera il 4-2-3-1 con Gori tra i pali; Colombo, Lanzaro, Bocchetti e Franco in difesa; Favasuli e Moro in cabina di regia; Perrulli, Negro e Gabionetta sulla trequarti di campo; Calil terminale offensivo. Panchina per Pestrin, solo tribuna invece per Mendicino. La gara si mette subito in discesa per la Salernitana che passa in vantaggio al 16′ con Favasuli. Gol a parte, proprio l’ex della Cavese alla fine del match risulterà essere il migliore in campo. Col passare dei minuti la Salernitana gioca in scioltezza diventando sempre più padrona indiscussa del campo, legittimando poi il vantaggio al 48′ con un gran gol che porta la firma di Calil. Si va a riposo nell’intervallo sul risultato di 2-0. Nella ripresa la musica non cambia anzi è ancora la Salernitana arrembante che appena al 49′ st trova la rete del 3-0 con Gabionetta. Il brasiliano si ripete al 34′ st su calcio di rigore concesso dal direttore di gara per fallo di mano di Conson. Gabionetta mette quindi una pesante firma sulla vittoria finale con una bella doppietta. Le ultime emozioni proprio allo scadere. Al 90′ calcio di rigore alla Lupa Roma per trattenuta di Lanzaro. Dal dischetto Del Sorbo mette a segno la rete della bandiera. La gara finisce quindi 4-1 in favore della Salernitana. Una vittoria ottenuta senza patemi d’animo ma importantissima per la squadra granata che sabato prossimo sarà impegnata al “Romeo Menti” contro la Juve Stabia. Un derby che potrebbe spalancare agli uomini di Menichini le porte della B.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.