Pizzeria Betra Salerno

Il doppio ex Andrea Bovo “Sarà un Padova determinato, a Salerno devo tanto”

Il calciatore granata ha collezionato 72 presenze e ha vinto il campionato con i granata nella stagione 2014/2015

Francesco Saggese

L’INTERVISTA |”La Salernitana affronterà un avversario molto determinato, e la partita di andata non farà testo perché il Padova si è rinforzato molto in questa sessione di calciomercato e cercherà di salvarsi a tutti i costi. Sto seguendo, con molta attenzione, questo avvincente campionato di serie B ed ho visto che la Salernitana, tra alti e bassi, riesce comunque a mantenere una buona posizione di classifica anche se in qualche occasione avrebbe potuto fare meglio.

Riguardo al Padova, penso sia una squadra molto organizzata e non merita la posizione che occupa, sono convinto che dopo la sconfitta di Venezia, farà di tutto per raggiungere una zona di classifica più tranquilla in vista anche, degli acquisti effettuati in questa sessione di calciomercato”.

Questo quanto dichiarato dal centrocampista Andrea Bovo, classe 1986 che ha vestito la maglia granata nelle stagioni 2005/2006 e dal 2014 al 2016 collezionando 72 presenze e 3 gol, e quella del  Padova dal 2007 al 2012 dove  ha collezionato ben 186 presenze e 10 gol.

Alla domanda su cosa pensasse circa l’esito del match che vede coinvolte le due compagini, il centrocampista ha risposto:

“Onestamente per questo match prevedo un Padova molto più determinato a vincere questa gara, nulla togliere alla Salernitana che comunque è composta da un ottimo organico, ma a parità di cose, sembra che la squadra di casa abbia qualche motivo in più per vincere e soprattutto la necessità di fare punti per raggiungere la salvezza, la Salernitana di suo ha un forte alleato che è il tifo granata che garantisce alla squadra la possibilità di dare sempre il meglio. Ricordo bene quel tifo e sarò sempre affezionato a questa città. Padova invece, è stato  il mio trampolino di lancio, ho giocato 4 campionati di fila e professionalmente è stato un bel periodo quindi anche di questa città ho un felice ricordo, per questo motivo e per l’affetto che nutro per entrambe le squadre, sarei contento se la partita finisse in parità.

 

 

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.