Pizzeria Betra Salerno

La Salernitana affonda sotto i colpi dello Spezia

Prima sconfitta stagionale per i granata. Eusepi sbaglia un rigore sullo 0-2

Roberta Sironi

734

SALERNITANA-SPEZIA 0-2
SALERNITANA (4-3-3): Terracciano; Colombo, Schiavi, Lanzaro (38′ pt Trevisan), Rossi; Bovo, Pestrin (17′ st Troianiello), Sciaudone; Gabionetta, Coda (6′ st Eusepi), Donnarumma. A disp. Strakosha, Empereur, Pollace, Franco, Perrulli, Odjer. All. Torrente
SPEZIA (4-2-3-1): Chichizola; Milos, Postigo, Terzi, Migliore; Juande, Brezovec (10′ st Errasti); Kvrzic, Canadija, Situm (22′ st Catellani); Calaiò (42′ st Nenè). A disp. Sluga, Valentini, Martic, Acampora, Misic, Rossi. All. Bjelica.
ARBITRO: Saia di Palermo.
RETI: 13′ pt Brezovec, 38′ st Catellani.
NOTE: Spettatori 12.070. Prima del fischio d’inzio sui campi di serie B è stato osservato un minuto di raccoglimento per Stefano Galletti, tifoso della Ternana morto nei giorni scorsi in un incidente stradale mentre si recava allo stadio. Ammoniti Pestrin (S), Migliore (SP), Gabionetta (S), Calaiò (SP), Situm (SP), Milos (SP). Al 34′ st espulso Bjelica per proteste. Al 40′ st Eusepi fallisce un calcio di rigore. Angoli 2-2. Recupero 3′ pt; 4′ st.

Una Salernitana in piena involuzione di gioco, quasi irriconoscibile rispetto a quella ammirata nelle prime due uscite stagionali, affonda all’Arechi sotto i colpi di uno Spezia sbarazzino e spumeggiante che infligge ai granata la prima sconfitta stagionale. All’Arechi finisce 2-0 per i liguri, a segno con un gol per tempo con Brezovec e Catellani. Debutto amaro per Terracciano tra i pali e ritorno in campo ancor più amaro per Eusepi che sul 2-0 fallisce un calcio di rigore. Gli impegni ravvicinati di campionato hanno indotto Torrente ad un vero e proprio turnover tra gli elementi della rosa e con novità in tutti i reparti. La sorpresa della giornata è rappresentata dall’esordio tra i pali di Terracciano che fresco di tesseramento è stato subito preferito a Strakosha. Soltanto panchina per l’estremo difensore albanese. Sempre in difesa un altro volto nuovo è quello di Rossi, oggi preferito a Franco sulla corsia mancina. A centrocampo, complice la squalifica di Moro, ritorna Bovo dal primo minuto con Pestrin e Sciaudone. In attacco confermato il tridente di Brescia con Gabionetta, recuperato in extremis, Coda e Donnarumma. IN panchina anche il recuperato Eusepi. Dopo soli due minuti di gioco Gabionetta viene colpito duro ed è costretto a lasciare il campo in barella. Calcio di punizione dalla distanza per la Salernitana, Sciaudone per Coda ma l’azione si consuma in un nulla di fatto. Il brasiliano rientra sul terreno di gioco ma la gara si mette subito in salita per la Salernitana. Prima Situm da pochi passi spara alto, poi Brezovec al 13′ sblocca il risultato con un sinistro dalla distanza che non lascia scampo a Terracciano gelando letteralmente l’Arechi. La Salernitana è spenta e senza idee e si fa vedere poco prima della mezz’ora con un tiro cross di Sciaudone bloccato da Chichizola. I guai non finiscono qui per Torrente, che al 38′ perde Lanzaro per un problema muscolare. Al suo posto brinda all’esordio in B con la maglia granata Trevisan. Al 43′ Schiavi salva in angolo un tiro cross indirizzato alla testa di Calaiò. In pieno recupero traversone di Coda che non crea pericoli a Chichizola. Dopo 3′ di recupero la prima frazione di gioco termina così, con lo Spezia in vantaggio all’Arechi per 1-0. Incapace di reagire la formazione allenata da Torrente che nel corso del primo tempo si fa vedere solo con qualche spunto di Gabionetta e qualche traversone di Sciaudone. Al 6′ st taglio centrale di Migliore che arriva solo davanti a Terracciano l’uscita dell’ex portiere del Catania è perfetta e salva la porta. Torrente prova a mischiare le carte e sostituisce Coda con Eusepi. Dopo due minuti ghiotta occasione per la Salernitana con Rossi che crossa per Gabionetta ma il brasiliano incredibilmente spreca. Per l’ultimo cambio a disposizione Torrente si gioca la carta Troianiello, in campo al posto di Pestrin. Al 26′ st il sinistro a giro di Kvrzic mette i brividi alla retroguardia granata ma la sfera si perde al di sopra della traversa. Al 30′ st Spezia vicinissimo al raddoppio prima con Catellani, tiro centrale, e poi con Kvrzic che di destro spara alto. Al 37′ st spunto di Bovo che non riesce a trovare il gol dell’ex e sul capovolgimento di fronte Catellani dopo uno scambio con Calaià ariva solo davanti al portiere e mette a segno la rete del 2-0. Per l’attaccante dello Spezia è il gol numero 48 in serie B. Quando la gara sembrava chiusa, la Salernitana riesce a conquistare un calcio di rigore grazie ad un fallo di mano di un avversario ma dal dischetto Eusepi colpisce in pieno il palo alla sinistra di Chichizola. Giornata nera per la Salernitana che al 3′ di recupero rischia anche di subire il 3-0 prima con Nenè e nella stessa azione con un presunto rigore su Catellani non fischiato dal direttore di gara. Dopo 4′ arriva il triplice fischio che condanna la Salernitana alla prima sconfitta stagionale. Una battuta d’arresto che deve far riflettere in casa granata. Contro lo Spezia si è infatti vista una Salernitana in piena involuzione di gioco, spenta e lunga. E martedì in programma c’è la difficile trasferta di Pescara.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.