Assistenza computer salerno e provincia

La Questura ha deciso: sì al presidio degli animalisti ma lontani dalla casa dell’assassino

Manifestazione blindata quella di sabato 25 febbraio, il Questore vieta di avvicinarsi al perimetro di via Orazio Flacco, ma gli animalisti non cambiano idea

Federica D'Ambro

La manifestazione del Nucleo Operativo Italiano Tutela Animali, unito al Partito Animalista Europeo, si farà sabato 25 febbraio dalle ore 15 circa fino al tardo pomeriggio, ma senza alcun modo potranno avvicinarsi alla casa di Antonio Fuoco, l’assassino di Chicca. Queste le parole di Pasquale Errico, questore di Salerno, viste le polemiche nate ieri dal presidente del Nucleo operativo italiano tutela animali. Gli animalisti sono bene accetti, dunque, in piazza Caduti di Brescia, ma a detta del Questore, non potranno in alcun modo avvicinarsi al perimetro di via Orazio Flacco, né tantomeno recarsi nei pressi dell’abitazione di Antonio Fuoco.
Come si legge anche sul quotidiano Il Mattino, così come è accaduto nel corso della manifestazione della scorsa settimana, le forze dell’ordine presidieranno la zona per garantire l’ordine pubblico e soprattutto per evitare che singoli o gruppi di persone si avvicinino troppo al luogo dove Chicca è stata uccisa.
Gli animalisti non sono intenzionati a cedere a nessun compromesso e quella di sabato 25 febbraio potrà essere una manifestazione ancora più blindata della precedente.

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.