Taste - Sapori Mediterranei

La questione sicurezza “esplode in consiglio comunale” – LE FOTO

In aula intervengono i militanti di Forza Nuova, la rabbia del sindaco, risposta all'opposizione: "nessun vantaggio, i senegalesi non ci hanno votato"

Federica D'Ambro


Con l’intera maggioranza e l’opposizione presente in aula è iniziato questa mattina alle 10 il consiglio comunale convocato, presso il Salone dei Marmi del Palazzo di Città. I primi minuti iniziali sono stati dedicati alla memoria di due persone  illustri salernitani che nelle scorse settimane sono venute a mancare. Per volere e proposta del sindaco, è stato osservato un minuto di silenzio in memoria di Don Andrea Vece e del pittore Mario Carotenuto.
Subito dopo, i consiglieri hanno ricordato i punti cardine e le loro proposte per la città da non perdere di vista. Di particolare importanza è stato il tema della sicurezza. In un modo o nell’altro, sia i consiglieri di maggioranza che di opposizione, hanno parlato della necessità di intervenire, chiedendo al sindaco ulteriori  controlli. Quasi tutti, infatti, hanno espresso preoccupazione sullo stato della sicurezza soprattutto in vista dell’evento Luci d’Artista che porterà numerosi visitatori e turisti.

Sulla sicurezza e l’ordine pubblico, lo stesso sindaco, Vincenzo Napoli, ha riunito nel tardo pomeriggio di ieri, un tavolo decisionale per affrontare la questione. Il problema è sempre legato alla collaborazione interforze.

“Dobbiamo prendere atto del lavoro che svolgono quotidianamente la polizia municipale di Salerno, ma alcuni compiti solo lontani dalle loro possibilità. Per questo d’ora in avanti il Questore e il Prefetto collaboreranno con il comandante dei vigili per assicurare una piena azione interforze. Inoltre, saranno installate nuove telecamere di sicurezza in varie zone della città”. Ha dichiarato il sindaco durante il Consiglio Comunale


Nel merito dell’incontro, mentre il consigliere Dante Santoro stava parlando della sua proposta, non accettata in consiglio inerente alla diretta streaming, due militanti del partito Forza Nuova, hanno iniziato ad urlare “vergognatevi” e lanciare alcuni volantini su cui venivano chiesti maggiori controlli riguardanti la sicurezza sul territorio, partendo proprio dal lungomare di Salerno. Un gesto che il sindaco non ha lasciato inosservato, ordinando alle forze dell’ordine di allontanarli immediatamente.

“Abbiamo vissuto momenti di indecenza grazie ad alcuni nazifascisti. Mi dispiace per gli studenti del liceo Da Procida che hanno visto questa scena. Non è possibile al giorno d’oggi vedere l’immagine di Anna Frank umiliata da alcuni mascalzoni che non hanno dignità. Invito i ragazzi a leggere il suo libro e quello di Primo Levi per scacciare i fantasmi del passato lì da dove sono venuti”.

Il sindaco di Salerno ha voluto rispondere anche a chi lo accusava di fare “selfie” durante i suoi pattugliamenti invece di attuare azioni precise, definendosi un sindaco di strada e, in questo modo, giustificando le sue azioni sui social network.

“Io non amo fare i selfie, io testimonio la mia presenza in strada essendo un sindaco di strada. Certifico quello che faccio come un fatto di semplice conoscenza democratica”.

Un’altra questione affrontata questa mattina è quella che riguarda la comunità dei senegalesi, su un loro possibile voto durante le elezioni, e la scelta dell’amministrazione di affidargli via Calò per lavorare.

“La comunità senegalese è sempre stata un esempio di buona integrazione. Noi come amministrazione vogliamo aiutarli e per questo abbiamo deciso di affidargli dei luoghi dove poter svolgere il loro lavoro legalmente. Ad ogni cittadino straniero che vive sul nostro territorio chiediamo semplicemente il rispetto delle nostre leggi. Per quanto riguarda la parentesi su un possibile voto, a favore delle nostre liste elettorali, non ho riscontrato neanche un voto da parte degli amici senegalesi e bengalesi. Non hanno mai votato da quando sono a Salerno”. Conclude il sindaco, Vincenzo Napoli. 

Il consiglio comunale è ancora in corso, si attende per l’approvazione della variazione di bilancio per 3,2 milioni di euro e la discussione sulla variante urbanistica di Matierno.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.