Pizzeria Betra Salerno

La primavera di Tuzla

Milan Djuric is on fire. Dopo Venezia e Spezia anche il Cittadella si è aggiunto alle "vittime"del gigante che si è svegliato dal letargo

Carmine Raiola

9AD29366-5965-4D87-8559-C1C743DCF274

Milan Djuric is on fire. Dopo Venezia e Spezia anche il Cittadella si è aggiunto alle “vittime”del gigante di Tuzla che in questa primavera ha messo a segno 5 gol in 3 partite. Quello visto in queste ultime partite sembra essere un Djuric totalmente diverso da quello dei mesi scorsi.

Sponde, sacrificio per la squadra e finalmente i gol che sembravano non arrivare ma che ora possono aiutare la Salernitana ad allontanarsi dalle zone calde e conquistare una salvezza tranquilla. Contro il Cittadella, la partita del bosniaco è stata sicuramente la migliore che ha disputato fino ad ora in maglia granata suggellata da un’importantissima tripletta.

E34E2627-D213-4302-B4C8-DCFCB8CD9BCE

Due gol sono arrivati con il “marchio di fabbrica” ovvero il colpo di testa prima su assist di Casasola e poi sugli sviluppi di un calcio d’angolo, il terzo è stato di rapina con Djuric bravo a sfruttare l’occasione dopo il palo di Jallow. Con questa prestazione il bosniaco si candida fortemente a strappare la riconferma anche per la stagione successiva dopo le tante critiche che ne hanno caratterizzato fino al 30 marzo scorso il suo campionato.

Il prossimo avversario sarà il Brescia che di gol ne concede ben pochi, la Salernitana si affida al suo “grattacielo” per provare a fare punti anche su un campo ostico come il Rigamonti.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.