Assistenza computer salerno e provincia

La mobilità ciclistica è legge

A Salerno con l’inizio del nuovo anno partirà un bando di gara per la riqualificazione delle piste ciclabili, secondo le ultime dichiarazioni dell'assessore De Maio

Federica D'Ambro

L’Italia vuole e deve iniziare a pedale. “La mobilità ciclistica è una priorità per le città. Oggi è legge”. Lo afferma, in una nota, il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, dopo l’approvazione della Legge sulla Mobilità Ciclistica. Ufficialmente, il 21 dicembre, è stato firmato il decreto da 14,8 milioni di euro alle Regioni per 70 percorsi e piste ciclabili in sicurezza. Avevamo affrontato il problema della mobilità ciclistica più volte. Pedalare è da sempre il modo più “green” per muoversi in città. A Salerno molti cittadini, come già detto in precedenza (leggi l’articolo), hanno scelto le due ruote. Chi per esigenza, chi per piacere. I problemi sono due: la mancanza di piste adatte ai ciclisti –  quindi il passaggio di autovetture e biciclette in strada, con tutti i rischi che ne derivano –  e la mancanza di educazione ciclistica.

Prima ancora della firma ufficiale del decreto, l’assessore alla Mobilità, Mimmo De Maio, ha dichiarato lo scorso ottobre nel merito dell’inaugurazione delle nuove postazioni di bike sharing in città, che con l’inizio del nuovo anno partirà un bando di gara per la riqualificazione delle piste ciclabili già presenti a Salerno, questo grazie a fondi finanziati dalla Regione Campania.

“Abbiamo presentato un piano che riguarda tutto il territorio comunale per capire dove possiamo arrivare – ha dichiarato l’assessore De Maio – Rafforzeremo il collegamento verso il centro e la zona orientale, integrando anche una pista ciclabile che colleghi l’asse dell’Irno. Altre due stazioni saranno installate nel corso del tempo. Non è semplice far decollare un progetto come questo in un città come Salerno, credo che implementando il servizio e garantendo la realizzazione di piste ciclabili potremmo riuscirci.”

Più biciclette e meno automobili per combattere l’inquinamento atmosferico, adesso c’è anche una legge. Sul bando di gara c’è ancora un velo di silenzio. Non è chiaro quando partirà e in che modalità. Neanche quali novità porterà a Salerno. Quel che è certo è che, legge o non legge, i cittadini salernitani si muovono sempre di più in biciletta.

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.