Taste - Sapori Mediterranei

La mano delle ‘ndrine anche nel porto di Salerno per il traffico di cocaina

Dodici affiliati alle cosche della 'ndrangheta fermati, mettevano la droga nei carichi per poi farle arrivare in tutt'Italia e anche a Rotterdam

Il mercato della cocaina torna prepotentemente nel porto di Salerno, come si legge sul quotidiano Metropolis, oggi in edicola, scoperto un traffico di droga che coinvolge lo scalo salernitano con 12 fermi tra le cosche della ‘ndrangheta. I Molè, Piromalli, Alvaro e Crea, le ‘ndrine che utilizzavano 12 affiliati per il trasporto attraverso cargoship, corrompendo il comandante di una nave di carico merci che partiva da Panama, poi dal porto di Salerno pronti per smistare a Rotterdam, Genova, Napoli, Livorno e Gioia Tauro.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.