Taste - Sapori mediterranei

La cronaca di un anno: il 2018

Un viaggio mese per mese tra i fatti di cronaca che hanno caratterizzato quest'anno

Federica D'Ambro

A breve saluteremo un altro anno. Il 2018 è stato l’anno del “cambiamento”. Dal nuovo governo, alla nuova società la Blanchere Illumination, che ha creato a Salerno uno scenario tutto nuovo per le Luci d’Artista. E’ stato un anno di saluti, molti volti noti salernitani ci hanno lasciati, alcuni per scelta di qualcun altro. Nuovi progetti hanno preso piede a Salerno, come la Chiesa che sorgerà al Parco del Galiziano. Nuovi scenari politici, l’allarme sicurezza sulla Lungomare si è spostato sui rioni collinari a causa degli eccessivi furti. Anche quest’anno, si è concluso. Anche quest’anno per il terzo anno di fila vi abbiamo accompagnato fornendo il miglior servizio d’informazione che potevamo. Rivediamo insieme cosa è accaduto a Salerno in 365 giorni del 2018.

 

Gennaio

Quest’anno non è iniziato nel migliore dei modi. Un brutto episodio ha unito la comunità di Cava con quella di Salerno, a causa dell’omicidio di Nunzia Maiorano. Giovane donna e madre strappata via a questa vita troppo presto. La sua, come la vita di tante altre donne, volgeranno al termine in quest’anno, alzando l’interesse del pubblico sul femminicidio. Al Comune di Salerno, invece, si fanno passi avanti sui progetti di mobilità: è stata, infatti, creata e idealizzata la nuova pista ciclabile che sorgerà sul Lungomare cittadino. Negli ultimi giorni di gennaio, in piazza Portanova, un uomo straniero e senza fissa dimora, tenta il suicidio con una bottiglia di vetro. Sarà un operaio, a lavoro per lo smontaggio dell’Albero di Natale, a salvargli la vita.

 

Febbraio

I Salernitani a febbraio si svegliano con i fiocchi di neve. Per qualche giorno la città sarà completamente innevata a causa delle basse temperature che porteranno alcuni disagi al traffico e alla mobilità. Vincenzo De Luca annuncia che Salerno avrà un nuovo ospedale di Salerno, ed è stato approvato un protocollo per 327 milioni di euro. L’obiettivo è velocizzare le procedure e di mettere a sistema tutte le informazioni e le decisioni che sono connesse alla realizzazione dell’ospedale. I rioni collinari entrano nel mirino dei ladri, i furti sono all’ordine del giorno, e la situazione porterà ad un vero e proprio allarme sicurezza dove i cittadini stessi organizzeranno delle ronde notturne. Mentre, l’allora assessore al bilancio del Comune di Salerno, Roberto De Luca, è travolto in uno scandalo mediatico che lo porterà alle dimissioni.

 

Marzo

Marzo può essere definito il mese del “cambiamento”: alle elezioni del nuovo governo il Movimento 5 Stelle raggiunge il 30% dei consensi, superano il Partito Democratico. Una decisione che porterà all’accordo con la Lega. A Salerno, invece, il Prefetto Salvatore Malfi è accusato di abuso d’ufficio ed è costretto a tre mesi di sospensione dall’incarico. Molto lontano dal centro città un fenomeno inizia a crescere arrivando a toccare le coste francesi: un impianto di depurazione delle acque malfunzionante, alle porte di Capaccio Paestum, causa la dispersione in mare di più di 300mila dischetti di plastica.

 

Aprile

Nel 2017, nel cuore di Pastena, nella zona orientale di Salerno, una cagnolina di nome Chicca è brutalmente uccisa dal suo proprietario. Il processo ai danni di Antonio Fuoco, inizierà proprio ad aprile, seguito da un sit-in di protesta da parte degli animalisti. Un mese di processi come quello per l’aggiudica del bando “Luci d’Artista”, il Tar da ragione alla società francese. Per i prossimi due anni sarà la Blanchere ad occuparsi dell’evento. Torna come ogni anno a Pagani la festa della Madonna delle Galline, ormai conosciuta e seguita da tutta la provincia, mentre a Salerno si decide per il ritorno del concerto dell’1 maggio. A pochi passi da piazza Malta, la storica libreria Internazionale chiude i battenti.

 

Maggio

Meno di trenta giorni dall’inizio dell’estate e nel pieno della primavera i cittadini di Torrione alto discutono con l’amministrazione comunale sulla realizzazione della nuova Chiesa che sorgerà al Parco del Galiziano, considerata il sogno di Don Luigi. Il Comune si prepara alla stagione estiva con il ripascimento del primo lotto del litorale salernitano, e la riqualificazione delle buche sul Corso Vittorio Emanuele. Nel frattempo le forze dell’ordine fermano ben 32 parcheggiatori abusivi, notizie che non fermano l’euforia della città in vista del passaggio del Giro d’Italia. Infine, una semplice notte in discoteca stava per trasformarsi in tragedia con un giovane, decide di entrare all’interno del locale con la propria auto, ferendo almeno 10 persone.

 

Giugno

L’estate è appena iniziata e la solidarietà dei salernitani continua a farsi sentire, garantendo le cure necessarie a Donato Lambiasi, un giovane salernitano come tutti, un futuro davanti e la luce negli occhi. Una luce che si è assopita la sera del 30 gennaio 2016. Era in motorino, in via Marchiafava, pronto a consegnare le pizze ordinate al Giardino degli Dei quando fu investito. La storia di Donato ha commosso tutti. Ad oggi è tornato a casa sua, continua le cure, ma è vivo. Una storia simile, con un finale successo, ha sconvolto in molti. Due episodi di cronaca in questo giugno 2018 hanno fatto riflettere: il suicidio di una donna al Ruggi, dopo aver partorito e il recapito di un pacco bomba al collaboratore del sindaco di Montecorvino. Un pacco che gli è costato entrambe le mani. In un paese più vicino, invece, è stato eletto il nuovo primo cittadino, Giuseppe Lanzara.

 

Luglio

Luglio si è sempre contraddistinto come il mese delle “fiamme”. Quest’anno, però, a differenza degli scorsi anni e a causa di un’estate molto piovosa, gli incendi non hanno fatto danni. Mentre una lite in piazza a Torrione tra alcuni ragazzi porta due fratelli casertani in prognosi riservata all’ospedale Ruggi d’Aragona. Tra le vie del centro città si respira un’aria diversa grazie alle riprese del nuovo film di Natale di Luca Miniero, i protagonisti sono la famosa attrice Cristiana Capotondi e il comico Frank Matano.

 

Agosto

Il dibattito pubblico che nel mese di agosto ha caratterizzato la cronaca cittadina, è sul possibile doppio senso di marcia su via Benedetto Croce. La proposta, giunta più volte anche al consiglio comunale, relativa ai rischi e ai problemi connessi al traffico dei mezzi pesanti da e per il porto di Salerno. Il Comitato “Salviamo Piazza Alario” si è espresso favorevole in più occasioni all’apertura al doppio senso di marcia per auto e moto. Nel frattempo il nuovo ministro dell’Interno, Matteo Salvini, chiude i porti italiani a futuri sbarchi, una replica arriva dal giovane Lamin Ceesay che, ingenuamente, gira un video in pedalò indirizzato proprio a Salvini. In pochi giorni il video fa il giro del web. Quest’anno, i salernitani non hanno goduto a pieno delle vacanze di ferragosto, caratterizzate da massicce piogge.

 

Settembre

Settembre è il mese dei salernitani per eccellenza. La tradizionale festa di San Matteo sancisce la fine “ufficiosa” delle vacanze estive. Il 2018 ha visto una tradizione rispettata, il Santo patrono è entrato nell’atrio del comune, la processione si è svolta senza troppi problemi e la serata è terminata con i fuochi d’artificio. Intanto, si pensa al rientro a scuole e alcuni dati resi pubblici dal ministero sono preoccupanti: più di 180 istituti nel salernitano non possiedono l’agibilità, non sono a norma. Il mese di settembre si concluderà con una manifestazione contro il razzismo e in favore della legalità da parte della Lega, si unisce alla passeggiata anche il presidente della comunità senegalese.

 

Ottobre

Siamo a ottobre 2018 e la vicenda giudiziaria delle Fonderie Pisano ancora non si è conclusa. In questi giorni il Tar darà ragione all’azienda, a cui sarà concesso il via libera per riaprire gli impianti e continuare a lavorare. Le forze dell’ordine iniziano un tempestivo e massiccio controllo all’interno dei locali notturni, chiudendo tutti quei luoghi che non rispettano le norme previste dalla legge. I controlli continueranno fino alla fine dell’anno, quando una strage alla discoteca “Lanterna azzurra” di Corindolo, farà scattare l’allarme in ognuno di noi. Se persone sono morte a causa di uno spray al peperoncino. La causa: troppe persone rispetto alla capienza reale del locale. La maggior parte dei sequestri e dei controlli effettuati dalle forze dell’ordine su tutto il territorio salernitano riguarderà proprio questi aspetti. Intanto, il maestro Ezio Bosso incanta i giovani studenti della scuola media Monterisi e sul Corso Vittorio Emanuele inizierà il montaggio delle Luci d’Artista: spuntano i primi limoni e anche le prime critiche.

 

Novembre

Una lunga indagine delle forze dell’ordine porterà in ginocchio il clan dei rom che negli anni, tra estorsioni e minacce, aveva messo sotto scacco l’intera città di Agropoli. Un fenomeno naturale durato qualche minuto fa conoscere Salerno in tutto il mondo non solo per le luci di Natale: una fantastica tromba marina terrà tutti con il fiato sospeso. Nessun danno grave a cose e persone, nonostante il suo passaggio sul porto commerciale della città. Infine, novembre è diventato un po’ come il mese di San Matteo: si inaugurano le nuove Luci d’Artista realizzate dalla società francese. Il mare sarà il vero protagonista di questa edizione, sul Lungomare abbiamo dovuto dire addio ai nostalgici pinguini per fare spazio ai delfini; i limoni sul corso, alla fine piaceranno e saranno seguiti da diversi cuori giganti.

 

Dicembre

L’ultimo mese di quest’anno del cambiamento, si contraddistinguerà con alcune delle vicende di cronaca che hanno sconvolto la città: lo storico pasticciere Mario Pantalone viene a mancare, un uomo uccide con due colpi di fucile un imprenditore meccanico di Baronissi, a pochi metri dalla sua abitazione. L’Arcivescovo di Salerno Luigi Moretti rassegna le sue dimissioni al Papa. I suoi problemi di salute non gli permettono più di adempiere il compito che gli era stato assegnato. Un altro assalto a un portavalori all’altezza dell’uscita di Serino, sul raccordo Avellino-Salerno, seguito da un conflitto a fuoco tra i malviventi ed i carabinieri, dopo un vero e proprio attacco.

Il 2018 ci saluta con non pochi cambiamenti e novità. Nonostante la delibera contro la musica è in vigora anche quest’anno, nei giorni di festività, i salernitani sono scesi ed hanno festeggiato il Natale e l’anno che verrà.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.