Pizzeria Betra Salerno

In campo Machado, doppietta di Cozza: 10 anni fa dall’ultimo hurrà contro gli squali

Nel 2000 invece la vittoria dei calabresi con Deflorio. Sonetti che fece "infuriare" il pubblico dell'Arechi togliendo Vannucchi e inserendo Chianese

Sal : Salernitana - Crotone. Nella foto esultanza cozza 3-0 (foto Tanopress)
I PRECEDENTI | Ottobre 2009, al Senato Schifani e alla Camera Gianfranco Fini, il presidente del Consiglio era Silvio Berlusconi e gli Interni Roberto Maroni, sono passati 10 anni dall’ultimo hurrà contro i calabresi all’Arechi. Era una Salernitana che provava a cambiare rotta, in panca Marco Cari, sulla sinistra Felipe Machado, il calciatore scomparso nella tragedia della Chapecoense.
sal : machado
In campo mix di ex che neanche a Beautiful, nelle file del Crotone infatti c’era Gabionetta, Scognamiglio, Ciccio Galeoto, poi entrarono a gara in corso Andrea Mazzarani, Antonio Zito ed Ettore Mendicino. La squadra di Lerda affondò dopo venti minuti, prima Stendardo poi Cozza portarono i granata 2-0 all’intervallo. Nella ripresa l’altra rete di Cozza e il quarto sigillo firmato da Pestrin. Davanti a Polito, per i granata giocavano Kyriazis e proprio Stendardo centrali, come detto Machado e Galasso terzini. In mediana Soligo e Jadid (poi il cambio con Pestrin). A completare il reparto, più sulla trequarti Soddimo e Cozza, una squadra molto offensiva a supporto della coppia Fava-Caputo. A segnare il gol della bandiera per gli squali Antonio Zito quasi al 90esimo. Partita “pazza” sin dai primi minuti con il rosso diretto su Kyriazis e poi, dopo soli 5 minuti l’espulsione di Bonvissuto (doppia ammonizione). La Salernitana portò comunque a casa un successo (4-1) che faceva ben sperare per il futuro, anche se..

(Andrea Deflorio - attaccante del Crotone)

(Andrea Deflorio – attaccante del Crotone)

NEL 2000 | Dicembre, domenica 17, con il fischietto in bocca Matteo Trefoloni di Siena a dirigere Salernitana-Crotone, la sconfitta dei granata guidati da Nedo Sonetti. Alla mezzora colpisce lo sgusciante “falso nove” dell’epoca Andrea Deflorio. L’attaccante del Crotone portò in vantaggio i rossoblu con la sesta marcatura personale in stagione, gol decisivo perchè la Salernitana non riuscì a reagire allo svantaggio nonostante il cambio nella ripresa Vignaroli per Domenico Cristiano. Sonetti poi fece “infuriare” il pubblico dell’Arechi facendo uscire Ighli Vannucchi al posto di Vincenzo Chianese. Intanto Papadopulo dava imprevedibilità al suo Crotone sostituendo la punta Ambrosi con Giuseppe Sculli. I granata terminarono il match con quattro punte, Di Michele, Guidoni, Chianese e Vignaroli ma niente da fare.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.