Pizzeria Betra Salerno

IL PUNTO SULLA B – Cade il Perugia, sprint del Vicenza

Una classifica molto corta con il Cesena invischiato più che mai dopo la sconfitta di Novara e lo stesso Avellino che a Bari si era illuso di portare a casa un risultato positivo

Enzo Sica

Che strano questo campionato di serie B. Siamo appena alla 19esima giornata e non c’è ancora una squadra mattatrice. Nel senso che il Verona, che pur doveva essere la <prima donna> accusa qualche battuta a vuoto mentre le altre due retrocesse dalla serie A, Frosinone e Carpi, stanno disputando il loro <normale> campionato alle spalle degli scaligeri. Anzi. Il Frosinone di Marino è lassù, in testa alla classifica, in virtù della vittoria roboante a Trapani dopo lo scivolone interno con la Salernitana. Ma bisogna anche dire che il Verona non ha ancora giocato la sua gara contro l’Entella. Il Carpi, invece, pian pianino non si scompone e si è riportato alle spalle della Spal, sconfitta nella nebbia di Vercelli con un secco 3 a 1 dalla squadra di Longo con il Benevento che continua il suo normale e valido cammino nelle posizioni che contano. Le <streghe> di Baroni sono la vera sorpresa di questa prima parte della stagione che si chiuderà il prossimo 30 dicembre con le gare dell’ultima giornata del girone di andata. Ritornando al Carpi bisogna sottolineare come la gara contro la Salernitana sia stato un vero colpo di fortuna per l’undici di Castori che solo nei minuti finali, con Bifulco, ha avuto la forza per battere una buona Salernitana in dieci (espulsione di Coda) dal quarantesimo minuto del primo e che era anche riuscita a pareggiare il gol di Di Gaudio con Rosina. Peccato per la squadra di Bollini che con questa sconfitta è stata risucchiata nella zona bassa della classifica. Una classifica molto corta con il Cesena invischiato più che mai dopo la sconfitta di Novara e lo stesso Avellino che a Bari si era illuso di portare a casa un risultato positivo (sarebbe stato il secondo della gestione Novellino) ma la squadra di Colantuono con una ripresa sprint ha ribaltato il gol di Castaldo con due reti di ottima fattura di Fedele. E’ caduto anche il Perugia dopo una bella prova a La Spezia ma va detto che la squadra di Di Carlo non fa mistero di puntare alla promozione diretta. Comunque è un campionato che ci riserverà ancora tante sorprese. Con 27 reti realizzate ci si attesta nelle prime posizioni stagionali. E mancano ancora due gare per completare il turno in attesa di altri due turni scoppiettanti che dovranno farci capire se la squadra campione d’inverno arriverà fino alla fine. E poche volte chi ha virato da prima della classe non ha raggiunto, poi, la serie A.
di Enzo Sica
Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.