Pizzeria Betra Salerno

Il mestiere di Milan Djuric

Due colpi da attaccante vero, mica solo sportellate e gioco da boa, così Milan Djuric ha toccato quota 6 reti, lo scorso anno ci sono volute 26 partite e oltre 1500 minuti per mettere altrettanti palloni in porta, ad oggi invece sono 18 i match messi in archivio.

DFR19589
Due colpi da attaccante vero, mica solo sportellate e gioco da boa, così Milan Djuric ha toccato quota 6 reti, lo scorso anno ci sono volute 26 partite e oltre 1500 minuti per mettere altrettanti palloni in porta, ad oggi invece sono 18 i match messi in archivio. Un dato che può far solo sorridere il gigante di Tuzla e i tifosi granata. Milan Djuric vero bomber non lo è mai stato, il suo record personale vede 7 reti realizzate, era il 2015 a Cesena, mai andato oltre in carriera, sabato poi toccherà le 47 presenze in granata, a un passo da quelle messe in cantiere a Crotone, poi i granata saranno la squadra con cui ha giocato di più oltre Cesena, inarrivabili i romagnoli dove Milan è cresciuto con oltre 150 partite. Un rapporto sicuramente particolare con la maglia della Salernitana, con Salerno e una tifoseria che dal 2018 ha imparato a conoscere sia l’uomo che il giocatore. Con tutti i limiti legati alla “zona rete”, un gap importante per un centravanti, Milan Djuric ha stravolto gli schemi sopportando e supportando un reparto intero, anche in condizioni non ottimali come nella giornata di ieri dove ha stretto i denti “scappando” dall’infermeria per giocare la sua partita a Pescara. All’Adriatico probabilmente ha realizzato uno dei suoi goal più belli da quando è a Salerno, d’istinto, la sua “trivela” ha sbloccato il match dando ai granata il giusto riconoscimento ai tentativi di far male agli abruzzesi.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.