Taste - Sapori Mediterranei

Il Comune di Salerno dona 60 cucce al canile di Eboli

L’attenzione del Comune, rispetto ad un canile notoriamente conosciuto come struttura di elevato livello, è assoluta

Con riferimento all’emergenza freddo determinatasi nei giorni scorsi presso il canile di Monte di Eboli, l’Amministrazione Comunale precisa che, anche su sollecitazione dei volontari ed in accoglimento di quanto rappresentato dal Presidente Nazionale della Lega per Difesa del Cane, nelle prossime ore saranno acquistate e trasferite presso il canile circa 60 cucce capaci di dare adeguato ricovero ciascuna a due ospiti. Il gestore del canile provvederà con successiva rendicontazione ad acquistare ed allocare i teli antivento.

Si precisa poi che il canile di Monte di Eboli ospita anche i cani dei comuni di Eboli e Contursi. Si è provveduto alla riparazione dell’impianto idrico e delle tettoie divelte dal forte vento. Si precisa altresì, come da verbale di sopralluogo dei N.A.S. del 9 gennaio, che tutti i cani sono stati trovati in “buone condizioni di salute” e in “buono stato di nutrizione”.

Il Comune di Salerno provvederà nel più breve tempo possibile ad ottemperare alle ulteriori prescrizioni dell’A.S.L. nonché a quanto espresso dai rilievi mossi in occasione del sopralluogo. Praticamente è stato fatto tutto il possibile, il che non ha evitato però la triste dipartita di due ospiti di 15 e 11 anni e già in precarie condizioni di salute. Va sottolineato che il tasso di mortalità presso la struttura di Monte di Eboli è invariato rispetto al mese di gennaio dello scorso anno.

L’attenzione del Comune, rispetto ad un canile notoriamente conosciuto come struttura di elevato livello, è assoluta. Tanto vale anche per il rifugio per cani di Ostaglio, dove sono in corso le procedure per consentire i lavori di adeguamento compreso il sistema fognario.

Nei prossimi giorni si terrà un tavolo di concertazione richiesto dalla Lega Nazionale per la Difesa del Cane.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.