No Signal Service

Il Citta davanti, Salernitana col 3-5-2

Castori prepara così il match di questo pomeriggio all'Arechi, Venturato lancia Ogunseye e Tsadjout.

SALERNITANA (3-5-2) – Belec, Bogdan, Gyomber, Mantovani, Kupisz, Di Tacchio, Dziczek, Anderson, Casasola, Tutino, Djuric.  In Panchina: Adamonis, Aya, Baraye, Capezzi, Antonucci, Iannoni, Barone, Cicerelli, Gondo, Giannetti.  All. Castori

CITTADELLA (4-3-1-2) – Maniero, Benedetti, Adorni, Perticone, Ghiringhelli, Proia, Pavan, Gargiulo, D’Urso, Tsadjout, Ogunseye.  In Panchina: Kastrati, Camigliano, Frare, Cassandro, Donnarumma, Awua, Branca, Mastrantonio, Iori, CIssè, Tavernelli.  All. Venturato

DF011395

Il Match

categoria linea

In Campania 9 precedenti ufficiali tra le due squadre: 5 i successi della Salernitana (ultimo 4-1 nella serie B dell’anno scorso), 1 pareggio (0-0 nella serie B 2016/17) e 3 vittorie venete (ultima 3-1 nella serie B 2017/18).

La Salernitana va a segno, in casa, da 22 partite di fila per un totale di 43 marcature (escludendo il 3-0 a tavolino di Salernitana-Reggiana, serie B, lo scorso 31 ottobre). Ultimo stop nello 0-2 del 15 settembre 2019, in serie B, subito col Benevento.

Cittadella cooperativa del gol con 11 marcatori diversi dopo 9 giornate e una delle due compagini della Lega B 2020/21 che segna di più con subentranti, 4 marcature, le stesse della Virtus Entella.

Tra Fabrizio Castori e Roberto Venturato 6 incroci tecnici ufficiali e mai pareggio: 2 i successi del mister dei campani, 4 per quello dei veneti.

Diffidati: Casasola, Di Tacchio (Salernitana).

DF010883

 

La Giornata

categoria linea

Sabato 5 dicembre ore 14

Cremonese – Virtus Entella

Sono 8 i precedenti ufficiali allo Zini tra le due squadre, con bilancio di 3 vittorie grigiorosse (ultima 1-0 nella serie C 1966/67), 1 pareggio (1-1 nella Lega Pro 2013/14) e 4 successi ospiti (ultimo 1-0 nella serie B 2019/20). La Cremonese, che ha perso le ultime 3 sfide in casa contro i liguri, non segna in casa contro i biancocelesti dal match perso 1-2 il 4 maggio 2014 in C, centro al 54’ di Antonio Caracciolo; da allora 216’ di digiuno sommando i 36’ di quella gara e le due perdute 0-1 in B, stagioni 2017/18 e 2019/20. Con quel 2-1 di 6 anni e mezzo fa la Virtus Entella ottenne a Cremona i 3 punti aritmetici per celebrare la prima storica promozione in Serie B.

Virtus Entella formazione cadetta che segna con meno giocatori dopo 9 giornate della B 2020/21, 2, ma che comanda la classifica dei gol con subentranti – 4 – alla pari del Cittadella.

Virtus Entella distratta dopo la pausa: 5 i gol subiti fra 46’ e 60’ di gioco dai liguri dopo 9 turni della B 2020/21, primato condiviso con il Pescara. Biancocelesti “svagati” anche nei 15’ finali di partita: 5 le reti subite dai liguri tra 76’ e 90’ più extratime, come la Reggina.

Una vittoria esterna per 1-0 per parte nei 2 precedenti tecnici ufficiali fra Pierpaolo Bisoli e Vincenzo Vivarini, riferiti al doppio Vicenza-Latina della serie B 2016/17.

Diffidati: Terranova (Cremonese).

 

Frosinone – ChievoVerona

In terra ciociara sfida numero 5 tra le due squadre: bilancio di 1 vittoria del Frosinone (2-0 nella serie B dell’anno scorso), 1 pareggio (0-0 nella serie A 2018/19) e 2 affermazioni scaligere (ultima 2-0 nella serie A 2015/16).

ChievoVerona una delle 3 formazioni cadette 2020/21 ancora senza sconfitte fuori casa, come Monza e Virtus Entella.

Alessandro Nesta sempre sconfitto nei 2 precedenti tecnici ufficiali contro Alfredo Aglietti.

Diffidati: Brighenti (Frosinone).

 

Lecce – Venezia

Nei 15 precedenti ufficiali tra le due squadre in terra salentina bilancio di 8 vittorie giallorosse (ultima 2-1 nella serie B 2018/19), 5 pareggi (ultimo 2-2 nella serie B 1996/97) e 2 successi lagunari (ultimo 3-2 nella serie B 1930/31). Lecce in rete, in casa contro gli arancioneroverdi, da 9 partite di fila e 15 gol totali: ultimo stop nello 0-0 in C, datato 7 marzo 1954.

Lecce reduce da 4 vittorie consecutive in Lega B con ben 17 reti segnate, oltre 4 di media ad incontro.

Gara che potrebbe decidersi nei primi 15’ di gara: Lecce scatenato con 3 reti segnate (primato della Lega B 2020/21 dal 1’ al 15’ di gioco, condiviso con Reggiana ed Ascoli), Venezia distratto con 3 gol subiti (come Pescara e Pisa). Attenzione anche ai primi 15’ della ripresa: Lecce squadra più prolifica del torneo con 6 reti, segue a 5 il Venezia (come la Spal).

Venezia in gol da 7 partite ufficiali consecutive, 16 marcature totali nel periodo: ultimo stop datato 17 ottobre scorso, in B, 0-0 a Cremona.

Confronto tecnico inedito fra Eugenio Corini e Paolo Zanetti.

Dicembre mese “nero” per le formazioni di Zanetti, che viaggiano alla media di 1,25 punti/partita, frutto di un bilancio composto da 5 vittorie, 5 pareggi e 6 sconfitte in 16 partite giocate.

Diffidati: Calderoni (Lecce).

 

Spal – Pisa

A Ferrara sono 25 i confronti ufficiali tra le due squadre: 13 i successi emiliani (ultimo 1-0 nella I Divisione 2002/03), 5 i pareggi (ultimo 1-1 nella serie B 2016/17), 7 le affermazioni nerazzurre (ultima 2-1 nella serie C 2015/16).

Spal reduce, in B, da 5 vittorie consecutive, con differenza reti di 9-2. Ultimo passo falso dei ferraresi il 20 ottobre scorso, 1-2 a Empoli.

Spal a porta chiusa, in partite ufficiali, da 461’: ultima rete subita da Cigarini su rigore al 109’ di Crotone-Spal 1-1 dopo overtime, in coppa Italia, lo scorso 28 ottobre: da allora si contano i residui 11’ della gara allo Scida e le 5 intere partite successive, tutte vinte dai ferraresi 1-0 a Reggio Calabria e a Chiavari (in B) e per 3 volte per 2-0, sempre in casa, contro Salernitana e Pescara in campionato e Monza in coppa Italia.

Spal scatenata prima della pausa: 4 le reti ferraresi segnate fra 31’ e 45’ inclusi recuperi dopo 9 turni della B 2020/21 (primato in solitario per gli estensi). La formazione più fragile della B in questa fase di gioco è il Pisa (3 reti subite).

Nerazzurri a segno, fra casa e trasferta, da 15 partite consecutive ufficiali: totale delle reti toscane 23, con ultimo stop lo scorso 10 luglio, 0-1 in casa del Pordenone.

Il Pisa è fragile nei primi 15’ di gara: 3 i gol subiti dai nerazzurri toscani, primato della B 2020/21 dopo 9 turni, condiviso con Pescara e Venezia. In compenso i toscani si scatenano nei 15’ finali con 5 reti segnate, nessuno meglio tra i cadetti tra 76’ e 90’ più extratime.

Pasquale Marino e Luca D’Angelo al secondo incrocio tecnico ufficiale dopo Empoli-Pisa 2-1 nel girone di ritorno della Serie BKT 2019/20.

Diffidati: Valoti (Spal).

Squalificati: Benedetti (Pisa).

 

Ore 15.30

Reggina – Brescia

Al Granillo si contano 21 precedenti ufficiali fra le due squadre: bilancio di 8 vittorie calabresi (ultima 4-0 nella serie B 2009/10), 8 pareggi (ultimo 1-1 nella serie B 2013/14) e 5 successi lombardi (ultimo 1-0 nella serie B 2012/13). Di questi 21 confronti, 4 si sono giocati in Serie A, tra le stagioni 2000/01 e 2004/05 incluse, con 2 pareggi e 2 successi per le “rondinelle”.

Reggina reduce da 5 sconfitte di fila e senza successi da 8 partite ufficiali (con 3 pareggi); per rivedere un successo amaranto si risale al 3 ottobre scorso, 3-1 al Granillo sul Pescara, in campionato.

Reggina distratta nei 15’ finali di partita: 5 le reti subite dagli amaranto tra 76’ e 90’ più extratime, come la Virtus Entella.

Brescia formazione cadetta 2020/21 che fa meno cambi dopo 9 giornate: effettuati 28 sui 45  a disposizione per le “rondinelle”.

Confronto tecnico inedito fra Domenico Toscano e Diego Lopez.

Diffidati: Forolunsho, Rossi (Reggina).

Squalificati: Forolunsho (Reggina);Bjarnason (Brescia).

 

Domenica 6 dicembre ore 15

Reggiana – Monza

Sono 28 i precedenti ufficiali fra le due squadre a Reggio Emilia: score di 14 successi granata (ultimo 3-2 nella I Divisione Lega Pro 2010/11), 8 pareggi (ultimo 1-1 nella I Divisione 2008/09) e 6 vittorie brianzole (ultima 2-1 nella I Divisione 2011/12).

Reggiana scatenata nei primi 15’ di gioco: 3 le reti granata dopo 9 turni della B 2020/21, primato del torneo condiviso con Ascoli e Lecce.

Monza imbattuto fuori casa, una delle 3 formazioni cadette a detenere questo primato, come Virtus Entella e ChievoVerona.

Primo incrocio tecnico ufficiale fra Massimiliano Alvini e Cristian Brocchi.

Diffidati: Bellusci (Monza).

Squalificati: Costa (Reggiana).

 

Ore 21

L.R. Vicenza – Cosenza

Al Menti i precedenti ufficiali fra le due squadre sono 6: 3 le vittorie biancorosse (ultima 3-0 nella serie B 2002/03), 2 pareggi (ultimo 1-1 nella coppa Italia 2015/16 all’overtime, poi ai rigori qualificazione veneta 4-2 ai rigori) ed 1 affermazione calabrese (1-0 nella serie B 1993/94).

Il Vicenza ha sempre pareggiato in casa – 3 su 3 – nella B 2020/21. I biancorossi segnano da 9 partite ufficiali consecutive, 14 reti totali, con ultimo stop nello 0-1 a Venezia, in B, il 26 settembre scorso.

Confronto tecnico inedito tra Domenico Di Carlo e Roberto Occhiuzzi.

Diffidati: Beruatto (LR Vicenza); Bruccini (Cosenza).

Squalificati: Ba (Cosenza).

 

Lunedi 7 dicembre ore 21

Pordenone – Empoli

In Friuli esiste un solo precedente ufficiale tra le due squadre, vinto 2-0 dai neroverdi di casa lo scorso anno in serie BKT, 5 ottobre 2019, con l’Empoli anche allora primo in classifica, come oggi (all’epoca da solo) e ancora imbattuto nel torneo cadetto 2019/20.

Il Pordenone ha sempre pareggiato in casa – 4 su 4 – nella B 2020/21.

Empoli formazione cadetta che guadagna nelle riprese il maggior numero di punti rispetto ai risultati al 45’ dopo 9 giornate: +11 il saldo attivo degli azzurri toscani.

Tra Attilio Tesser ed Alessio Dionisi 4 precedenti tecnici ufficiali, con coach neroverde imbattuto: per lui 2 vittorie e 2 pareggi.

Dicembre mese d’oro per le formazioni di Tesser, che viaggiano alla media punti-partita di 1,87, frutto di un bilancio formato da 35 vittorie, 13 pareggi e 15 sconfitte in 63 partite giocate.

Squalificati: Fiamozzi (Empoli).

L’Anticipo

categoria linea

Pescara, tre punti d’oro

0 a 2. Espugnato il Del Duca di Ascoli. A segno Galano e Ceter

L’Ascoli del “maestro” Delio Rossi affonda al Del Duca contro il Pescara (0-2) dell’”allievo” Roberto Breda. Per i padroni di casa e’ un momento difficile, mentre gli ospiti tornano a vedere la luce. I pescaresi passano con un rigore di Galano (17′) dopo un fallo di Pucino su Nzita. L’Ascoli sfiora il pari con Sini (35′), ma poi subisce il raddoppio in contropiede con Cetar (41′) servito da Galano. I bianconeri recriminano per un fallo in precedenza su Saric. Nella ripresa l’Ascoli si fa vedere con Cangiano (8′), ma Fiorillo respinge alla grande. Ma sono gli ospiti a sciupare clamorosamente il colpo del ko con Capone (22′) e poi con Galano e Busellato (30′). Paura al 16′ per Sabiri che dopo un fallo di Cetar si scontra con un avversario perdendo momentaneamente i sensi.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.