Pizzeria Betra Salerno

Il “bacio” di Jallow

Il gambiano “respira” con una bella prestazione al Del Duca, ritorna al gol e si commuove a bordo campo

Carmine Raiola

La Salernitana ritorna alla vittoria e ritrova Lamin Jallow. Il gambiano è stato, infatti, uno degli uomini che nella trasferta del Del Duca è stato decisivo grazie ad una grande prestazione ed una doppietta. Dopo un primo tempo quasi in ombra, proprio al termine della prima frazione di gioco ha trovato il terzo gol dei granata dopo aver controllato (con le proteste degli ascolani) il pallone con un braccio troppo largo e la prima respinta di Milinkovic-Savic che poi non ha potuto niente sul tap-in a distanza ravvicinata. Quella di Jallow è stata una prestazione differente rispetto a quelle degli ultimi match, in quanto ha spesso rinunciato all’iniziativa personale per servire i suoi compagni, esempio di quanto detto sono le tante sponde effettuate o il passaggio con cui ha servito Vuletich che però ha sprecato una nitida occasione gol. A pochi minuti dall’occasione appena citata, la “freccia del Gambia” con un coast to coast ( dopo aver vinto il contrasto decisivo a limite dell’aria ) è riuscito a realizzare la sua prima doppietta con la maglia granata battendo per la seconda volta il portiere serbo dei marchigiani.
A volte però ha sbagliato alcuni passaggi ed ha sprecato occasioni interessanti, questo certamente non macchia un’ottima prestazione, la quale ha permesso a Jallow di ricevere voti alti in pagella. Pare dunque che la nuova soluzione tattica per la quale Gregucci ha optato, abbia giovato al gambiano il quale accanto ad Emanuele Calaiò sembra essere tornato il giocatore che lo scorso anno ha fatto bene al Cesena

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.