Taste - Sapori Mediterranei

I sindaci della Valle dell’Irno sospendono le attività didattiche in presenza fino al 22 dicembre

A causa del Covid19 scuole ancora chiuse nei comuni di Baronissi, Bracigliano, Calvanico, Fisciano, Mercato San Severino, Pellezzano, Siano

Gianni Fiorito

“Una scelta dolorosa, ma necessaria”, questo è il commento del coordinamento dei comuni della Valle dell’Irno in merito ala decisione appena assunta. Infatti, i sindici della Valle dell’Irno hanno unitamente deciso di sospendere le attività didattiche in presenza nei rispettivi comuni fino al 22 dicembre a causa dell’emergenza Covid19. Questa decisione è stata assunta a seguito di una valutazione approfondita dei dati epidemiologici che vede attualmente sul territorio della Valle dell’Irno 963 casi e circa 3000 persone in quarantena. Un’area particolarmente articolata dove sono emersi nelle ultime settimane diversi focolai che hanno portato, purtroppo, al decesso di 23 persone, in gran parte anziani. In quanto momento, a ridosso delle festività natalizie, la ripresa delle scuole, soprattutto della fascia di età 0- 7 anni, avrebbe causato una crescita della curva dei contagi mettendo a rischio proprio la fascia più fragile della popolazione. Assumendosene la piena responsabilità politica, i sindaci della Valle dell’Irno hanno scelto di far prevalere l’interesse pubblico legato alla salvaguardia della salute dei ragazzi e delle loro famiglie, soprattutto anziani, in vista dell’ormai prossimo Natale. L’auspicio è a gennaio vi siano tutte le condizioni per una piena ripresa in sicurezza delle attività scolastiche in presenza.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.