Assistenza computer salerno e provincia

Hashish e cocaina purissima dietro lo stadio: tutti i dettagli dell’operazione – FOTO

Blitz a Pagani, nella zona retrostante il "Marcello Torre, ieri scoperto anche allacciamento abusivo alla rete elettrica a Nocera Inferiore

Nella giornata di giovedì 12 e di ieri, venerdì 13 aprile , gli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Nocera Inferiore sono stati impegnati in servizi straordinari di controllo del territorio, disposti dal Questore di Salerno e volti ad arginare il consumo e lo spaccio di sostanze stupefacenti e psicotrope ed a contrastare l’illegalità diffusa. Sono stati effettuati posti di controllo e sono state eseguite una serie di perquisizioni volte alla ricerca di droga e armi sia a Nocera Inferiore che a Pagani. Di seguito, in sintesi i risultati dell’operazione:

Nella giornata di giovedì 12, nel corso di una perquisizione in un garage di Pagani , nella zona retrostante lo stadio “Marcello Torre”, sono stati rinvenuti oltre 5 chilogrammi di hashish, 30 grammi di cocaina purissima, un bilancino di precisione, un’arma clandestina con matricola abrasa, il colpo in canna e il caricatore pieno e una busta piena di proiettili. La droga sequestrata qualora immessa sul mercato avrebbe potuto fruttare oltre 30.000 €. L’uomo che nascondeva l’arma e lo stupefacente nel proprio garage, un incensurato di circa 30 anni residente a Pagani, è stato tratto in arresto e condotto nel carcere di Salerno-Fuorni a disposizione della Autorità Giudiziaria in attesa dell’udienza di convalida. Dovrà rispondere del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e del possesso di arma clandestina e di relativo munizionamento senza licenza.

Nella stessa giornata, un’ulteriore perquisizione è stata effettuata in uno stabile di Nocera Inferiore, nella zona di via San Pietro. Il controllo degli agenti ha permesso di scoprire la realizzazione di due allacciamenti abusivi alla rete idrica e di un manufatto edilizio abusivo in violazione della legge. In particolare durante il controllo è stato accertato che il committente dei lavori ed usufruttuario dell’immobile, un pluripregiudicato del ‘48, in concorso con la moglie, proprietaria, una donna del ‘78 con precedenti a carico, aveva realizzato un corpo di fabbrica totalmente abusivo adiacente ad un preesistente fabbricato. Inoltre erano stati realizzati due allacci abusivi alla rete idrica, uno servente l’appartamento in questione e un altro a servizio di un secondo locale dove risiede un pregiudicato del ‘54. Il manufatto abusivo è stato sottoposto a sequestro e i tecnici della società di erogazione dell’acqua hanno ripristinato il corretto flusso attraverso i contatori precedentemente manomessi. Le tre persone, come detto tutte pregiudicate per vari reati, sono state deferite alla A.G. a piede libero per furto aggravato di acqua e costruzione edilizia in violazione di legge.

Nel corso di un posto di controllo nella tarda mattinata odierna è stata fermata un’autovettura con targa polacca con a bordo un uomo e due donne di nazionalità rumena che hanno dimostrato segni di insofferenza al controllo di polizia. Una successiva verifica ha permesso di rilevare che i soggetti, di fatto residenti nella provincia di Napoli, con molteplici alias, vantavano numerosissimi precedenti di polizia per furti in abitazione. Per i tre, che, dopo il foto-segnalamento quali persone sospette, sono stati allontanati, è stato avviato il procedimento per l’adozione del foglio di via obbligatorio, con divieto di ritorno nel comune di Nocera Inferiore.

Nel pomeriggio di ieri è stato effettuato un controllo ad un individuo sottoposto agli arresti domiciliari in Nocera Inferiore. L’uomo, un quarantenne pluripregiudicato per reati connessi agli stupefacenti, è stato sorpreso a parlare con un altro pregiudicato attraverso le sbarre del cancello della propria abitazione. Una successiva ispezione al fabbricato ha permesso di scoprire un allacciamento abusivo alla rete elettrica, realizzato attraverso un “bypass” a monte del contatore. Una squadra dell’Enel intervenuta sul posto ha ripristinato la situazione ristabilendo il corretto flusso dell’energia. Il soggetto sarà pertanto deferito alla A.G. per furto di energia elettrica e per la violazione delle prescrizioni impostegli dal regime di detenzione domiciliare.

Le operazioni sono state condotte con l’ausilio di unità cinofila antidroga del reparto Cinofili di Napoli ed equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine “Campania”. Nel corso dei servizi di controllo del territorio, sono state 28 le persone identificate, 14 i veicoli controllati su strada e 404 i veicoli controllati con il sistema “Mercurio”(controllo telematico delle targhe),  5 le perquisizioni domiciliari effettuate ed 1 contravvenzione al Codice della Strada elevate. 1 esercizio pubblico è stato sottoposto a controllo amministrativo e sono state rilevate irregolarità in merito al possesso dei requisiti soggettivi da parte del gestore che verranno segnalate al competente ufficio comunale per la revoca della licenza di vendita di bevande alcooliche. Sono inoltre state controllate 5 persone sottoposte agli arresti domiciliari, tutte trovate nei rispettivi luoghi di detenzione.

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.