Taste - Sapori Mediterranei

Grido d’allarme al Regina Margherita di Salerno, “Subito locali e messa in sicurezza”

Il ritorno in aula potrebbe essere ancora lontano per i ragazzi del "Regina Margherita" di Salerno. Pochi gli spazi a disposizione e senza una via di fuga all'esterno: "una" l'entrata che funzione anche come uscita per i 1300 studenti. Sulla questione si registra anche l'intervento di Michele Faiella, genitore e rappresentante negli organi collegiali della scuola.

Il ritorno in aula potrebbe essere ancora lontano per i ragazzi del “Regina Margherita” di Salerno. Pochi gli spazi a disposizione e senza una via di fuga all’esterno: “una” l’entrata che funzione anche come uscita per i 1300 studenti.

Il Caso

 

Sulla questione si registra anche l’intervento di Michele Faiella, genitore e rappresentante negli organi collegiali della scuola. “Chi raccoglie il grido d’allarme della dirigente Nappi , l’Istituto non è nelle condizioni di accogliere tutti, anzi esistono ancora problemi di sicurezza soprattutto per quanto riguarda un esodo d’emergenza” sottolinea Faiella.

La proposta

 

Si potrebbero, da subito, utilizzare i locali lasciati liberi dal tribunale (lato ex p.zza Malta) con l’acquisizione di ulteriori vie d’ingresso e uscita. Tutto questo però ancora non è nelle disponibilità dell’Istituto, nonostante il trasferimento, da tempo, del Tribunale nella nuova cittadella giudiziaria. L’appello di Michele Faiella ovviamente va al Sindaco e al presidente della Provincia di Salerno, ognuno per quanto di competenza risolva le problematiche della comunità scolastica dello storico magistrale “Regina Margherita” .

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.