Taste - Sapori mediterranei
Pizzeria Betra Salerno

Gregucci, un… Angelo: la sua Salernitana cresce (anche senza vittorie)

L'allenatore granata dopo il pari di Padova: "Prestazione positiva, risultato no. L'espulsione? Avevo sconfinato l'area tecnica"

Alfonso Maria Tartarone

E’ un Angelo… Gregucci. Anche dopo la prova non positiva della sua Salernitana in quel di Padova”La prestazione è stata positiva. Il risultato no. Nel secondo tempo gara in mano e dovevamo fare più male. Siamo entrati non al meglio, poi abbiamo avuto più in controllo e dovevamo vincere la gara a metà secondo tempo. Abbiamo avuto opportunità interessanti, ma senza incisività. Con il lavoro miglioreremo. Gli esami ci sono sempre. Siamo riusciti a rischiare poco e ad aprire il campo.Nel primo tempo Padova più fisico e noi comunque abbiamo combattuto. Dobbiamo finalizzare ed i punti si fanno se la butti dentro. Il mercato? Il mercato è finito, parliamo della partita. I nuovi? Adesso valuteremo le condizioni e vedremo. Daranno una mano con grande esperienza e qualità. Il padova è una squadra nuova. Quando la partita si apre andiamo bene, pulire la manovra e riusciremo a fare trame interessanti anche per l’ultimo passaggio. In avanti, però, dobbiamo essere più incisivi. D. anderson? E’ un ragazzo con qualità, ovunque giochi in esterna. Dovrebbe migliorare le scelte e provare la conclusione. L’espulsione? Chiarito, avevo sconfinato l’area tecnico ed io pensavo di aver offeso il quarto uomo: sul fallo di A. anderson. A volte si è molto burocratici. Bernardini? Ci sono buone notizie, stiamo recuperando i calciatori. I tifosi? Noi combatteremo per renderli orgogliosi, c’è disappunto e dovremo lottare ancora di più per dare soddisfazioni. Senza apporto non andiamo da nessuna parte. Dobbiamo combattere, come durante la gara di oggi. Dalle prime apparizioni c’è un miglioramento. Speriamo di tornare a casa e fare le partite. I gol? li faremo”.

Taste - Sapori mediterranei
Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.