Taste - Sapori Mediterranei

Grande successo per Porto di Parole

Tre alunni della scuola elementare Medaglie d'oro vincono il premio "Peppe Natella"

Francesco Pecoraro

Emanuele Califano, Vladimiro Oposhnian Vladlen ed Osvaldo Fava della V A della scuola elementare “Medaglie d’Oro” di Salerno vincono il Premio “Peppe Natella” per la quarta edizione di Porto di Parole. Ieri sera (sabato 4 giugno) c’è stata la premiazione sul palco del “Paese di Chissadove” allestito al centro della piazza del quartiere Santa Margherita a Salerno. I loro disegni, sull’albero della vita, hanno letteralmente conquistato la giuria. Cento sono stati gli elaborati in concorso per il primo premio intitolato a Peppe Natella, il patron della rassegna “Teatro dei Barbuti” – solo per citare uno degli eventi legati al suo nome – scomparso lo scorso dicembre.
Tanti sono stati i bambini che ieri pomeriggio hanno scelto di viaggiare nel mondo delle narrazioni differenti, seguendo i laboratori della seconda ed ultima giornata salernitana di Porto di Parole. Con “La Mezza Notte Bianca dei Racconti”, c’è stata una no stop, dalle 18.30, di spettacoli ed incontri organizzati nelle cinque aree appositamente allestite, l’area passato, presente, futuro, libreria e nati per leggere. Alle 19 ed alle 22, nell’Area Passato la Compagnia “I Nuovi Scalzi” ha proposto “Lazzi di fuoco”, una suggestiva performance di luci che coinvolge tutte le parti del corpo con l’utilizzo dei “classici” attrezzi da giocoleria come catene, bastoni, torce e soprattutto il fuoco. Alle 20, nell’Area Presente c’è stata la Scuola di Circo di Benevento in “Ristorante italiano”, uno spettacolo interattivo e coinvolgente di due artisti di strada che si improvvisano cuochi. Alle 20.30 nell’Area Futuro, Saremo Alberi ha messo alla prova grandi e piccini su formule e combinazioni scientifiche. Alle 21, poi, i riflettori dell’Area Palco si sono accesi su Gipo e Laura, i volti noti di Rai YoYo, che hanno presentato lo spettacolo “Nel Paese di Chissadove”, liberamente tratto dal libro Chissadove, di Valentini e Giordano ed edito da Zoo Libri. Per tutta la serata ci sono stati gli spettacoli itineranti con Alessio Coppola Band ed una staffetta di giochi a cura dell’Associazione Roberto il Guiscardo.
Da Porto di Parole è partita una nuova sfida: la nascita del primo presidio a Salerno di “Nati per Leggere”, il percorso promosso dall’Associazione Italiana Biblioteche in rete con l’Associazione Culturale Pediatri ed il Centro per la Salute del Bambino Onlus che si prefigge d’incoraggiare nei bambini l’attitudine alla lettura. In questa rete un ruolo importante è affidato ai lettori volontari. La loro voce narrante è al centro della campagna di promozione alla lettura per i bambini sin dai primi mesi di vita.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.