Pizzeria Betra Salerno

Granata per la “decima” nel derby, lupi tabù nel Principe degli stadi

Il pareggio è il risultato più "gettonato" negli ultimi anni

Enzo Sica

Il dato che si alza subito all’occhio in vista del derby di sabato pomeriggio tra Salernitana e Avellino è quello che gli irpini non hanno mai vinto nel principe degli stadi. Si, l’Arechi è stato sempre tabù per i biancoverdi che nei venti incontri finora disputati con la Salernitana hanno perso nove volte, otto sono stati i pareggi e tre solo le vittorie dell’Avellino, non all’Arechi ma al Vestuti quando le sfide accese tra le due compagini si giocavano in un clima caldo, caldissimo, surriscaldato da sfottò da entrambe le tifoserie. E quella di sabato sarà la partita delle partite perché se la Salernitana ha ben poco da chiedere ancora a questo campionato, per i lupi di Novellino i novanta minuti saranno di fondamentale importanza perché si trovano invischiati nella zona bassa della classifica. E con due gare ancora da giocare aumenta il nervosismo e soprattutto la voglia di non soccombere da parte degli avellinesi. Il bilancio è negativissimo per gli avellinesi con i granata con i quali si sono incrociati anche in B ma due volte hanno perso e due volte hanno pareggiato. Quello che gli sportivi ricordano sono le sfide in C sempre giocate con grande patema d’animo e con una cornice di pubblico (come sarà anche quella di sabato) eccezionale. Trentadue lunghi anni l’astinenza dell’Avellino a Salerno. E gongolano i tifosi granata anche se la pareggite è stato il risultato più gettonato negli ultimissimi anni. L’ultimo pari nella stagione 2005-2006 con il gol di Sasà Russo e il pareggio di Biancolino. Ed a proposito di Biancolino bisogna rimarcare come nel 2010 fu determinante nella promozione del Salerno calcio in serie C2. A fine stagione tornò ad essere giocatore dell’ Avellino rinnegando la fede, acquisita, con i granata e giurando con salti di gioia amore eterno ai biancoverdi. Che bella coerenza, dissero i tifosi granata, che non gli hanno mai perdonato quell’episodio anche se, ora, l’ex attaccante fa parte dei quadri irpini.
Ora tutti aspettano questa gara, soprattutto i tifosi della Salernitana, che vogliono centrare le dieci vittorie contro i lupi in una gara che sarà giocata con una cornice di pubblico eccezionale.
di Enzo Sica
Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.