Pizzeria Betra Salerno

Granata in musica, le pagelle di Marco Montefusco

I voti e la canzone della settimana per Salernitana - Ternana

TERRACCIANO 5,5: Solite luci ed ombre nella sagra dell’horror di scena all’Arechi.

PERICO 7: Una spina nel fianco di una Ternana “decimata”.

MANTOVANI 5: Il rischio di perdere la testa, non solo degli avversari, era più che fondato. Non sembra sereno e sicuro, troppe responsabilità e poca voglia di aspettarlo da parte di tutto l’ambiente. (Dal 56′) SCHIAVI 6: Vederlo in panchina la dice lunga sulla forza di questo gruppo che purtroppo è mal gestito dentro e fuori dal campo.

BERNARDINi 6: Gestisce la difesa discretamente ma solo dopo il calo di Avenatti.

VITALE 6,5: Anche lui rinasce dopo la scellerata espulsione di Meccariello e la decisione del mister di farlo giocare con il freno a mano tirato è un’offesa al calcio.

BUSELLATO 6
: Tra i migliori nella fase buia del primo tempo. (Dal 36′) ODJER 6,5: Ha il merito di metterci il “piede” e cambiare le sorti di una partita segnata dal principio, visto l’ennesimo gol regolare annullato ai granata in questo campionato.

DELLA ROCCA 5,5: Questa volta il compitino non basta, anche lui è vittima del disastro tattico.

IMPROTA 6: Il suo peggior avversario è il mister.

ROSINA 6: Troppo libero di svariare per il campo. Oggi non mi è piaciuto in 11 contro 11 e a tratti neppure dopo, mentre qualcuno spera ancora oggi, nel calcio totale, in un suo guizzo che cambi le sorti di una partita.

CODA 7,5: Migliore in campo anche se la partita per lui non comincia benissimo. La punizione è una perla da conservare per i nipotini insieme alla prestazione.

DONNARUMMA 6: Perseguitato dagli errori arbitrali di questo passo diventerà il capocannoniere “fantasma” del campionato. (Dal 79′) CACCAVALLO 5,5: La sua gestione probabilmente risulta una tra le cose più delicate di questa stagione.

SANNINO 5: la fortuna lo aiuta ancora una volta. Tatticamente confuso, lascia il centro del campo agi avversari. Ovviamente il cambio tattico è avvenuto non per mano sua ma per inferiorità numerica. Troppo tranquillo di avere a disposizione una buona squadra che con un paio di innesti a gennaio potrebbe puntare in alto, ma questo lo sa e continua per la strada-LOTITO: la serie B è un lusso per Salerno.
Sei gol in una partita che ha rappresentato tutto tranne che il concetto di calcio.

Canzone della settimana dedicata all’uomo-martello MECCARIELLO: un “genio” per nostra fortuna.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.