No Signal Service

Granata in musica, le pagelle di Marco Montefusco

I voti e la canzone della settimana per Salernitana-Virtus Lanciano

TERRACCIANO 5: un primo tempo da spettatore, poi gli tocca fare il protagonista in negativo uscendo a replay su un pallone davvero comodo.

FRANCO 5: corre tanto e fa gli straordinari perché spesso messo in difficoltà dal poco ordinato TOUNKARA, poco precisi i cross sempre troppo “scolastici”: una manna per il portiere avversario

BAGADUR 6: sempre sicuro, nel primo tempo dalle sue parti c’è il divieto di transito, poi gli avversari capiscono e lo “mettono in mezzo”, complice la squadra che crolla nel momento decisivo

BERNARDINI 5,5: oggi parliamo della sua imprecisione avanti (un palo è un gol divorato sotto porta) piuttosto che in difesa dove compie una giornata di ordinaria ammistrazione fino a quando non decide di fare harakiri. Concede troppi metri agli avanti avversari andando spesso a rincorrere

CECCARELLI 4,5: praticamente un terzino alla Nereo Rocco, si spinge poco in avanti e quando lo fa sembra di correre a vuoto, un birillo sulla fascia

MORO 6,5: ottima fase di contenimento, recupera palloni in tutti i modi, qualche errore che dovuto alla stanchezza, sicuramente il migliore in campo

(Dal 79′)BOVO (s.v.) senza le giuste motivazioni resta un giocatore inutile in questo momento

ODJER 6: il funambolico centrocampista che fa della corsa e del cuore le sue carte vincenti, sempre sul pezzo oggi surclassato solo per negligenza dei suoi compagni

GATTO 5: poca roba, qualche spunto qua e là ma molta confusione. L’assistente non lo salva, dicevano che era nemmeno al 50% della condizione, sembra regredito

TOUNKARA 5: tecnicamente fortissimo, tatticamente si permette il lusso di dare indicazioni ai compagni: da che pulpito vien la predica!

(Dal 60′) NALINI 6: ha il merito di pennellare il cross da cui nasce il pareggio granata, peccato non poter contare sulla sua qualità e su una forma adeguata

DONNARUMMA 4,5: nel primo tempo si divora un gol clamoroso e senza la maschera, imperdonabile perché i gol contano nei momenti opportuni, quando possono cambiare una partita

CODA 4,5: è il suo campo ma non se ne accorge, ha pochi riferimenti intono a lui e gioca onestamente la peggiore partita da quando è a Salerno commettendo degli errori non degni di un attaccante di ruolo

(Dal 68′) BUS 6: entra in corso d’opera e promette bene, purtroppo per la Salernitana serve qualcosa in più

MENICHINI 6: non è colpa sua quando una squadra riesce a creare 10 palle gol che non bastano per vincere una partita, la difesa commette errori da dilettanti e credo che stavolta il portiere ci abbia messo il suo uscendo su una palla comoda che si trasforma in un rigore per gli avversari. Opinabile la sostituzione di Coda soprattutto perchè c’era di peggio. Gli contesto il fatto di non aver giocato a 3 in difesa, una soluzione che soprattutto dopo il pareggio avrebbe consentito ai centrocampisti di soffrire meno e alla Salernitana di schiacciare il Lanciano nella propria area, ovviamente è la mia visione da tifoso, il mister avrebbe potuto anche accontentarsi. Resta il fatto che oggi è stata la sagra degli errori, ma non dei suoi!

Canzone della settimana: avevo pensato alla dura legge del gol ma abbiamo mollato quindi non ci resta che pensare positivo.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.