Pizzeria Betra Salerno

Gondo e Pinto, due risorse in più a disposizione di Gian Piero Ventura

Luca Viscido

Sono scesi in campo da titolari per la prima volta in questa stagione. Per uno era l’esordio assoluto con la maglia granata e in serie B, per l’altro la prima volta dal primo minuto con la Salernitana dopo che a Pisa era entrato a pochi minuti dalla fine. Cedric Gondo e Pierluigi Pinto sono stati due dei protagonisti della vittoria della Salernitana sabato scorso contro l’Entella. Il centravanti ex Ternana si è mostrato subito pimpante fin dai primi minuti di gioco, insieme a Lamin Jallow ha dato quel brio in più all’attacco granata creando soprattutto nel primo tempo ottimi spunti e trame offensive senza dare punti di riferimento alla difesa di Boscaglia. Ma è nel secondo tempo che c’è stata la vera e propria svolta.

Il giovane ex primavera viola viene steso al limite dell’area dopo un ottimo inserimento conquistandosi una punizione dal limite che successivamente l’abile Maistro ha tramutato in rete. Prima del vantaggio era andato vicino al goal con un tiro al volo all’interno dell’area di rigore divincolandosi ottimamente dalla marcatura del difensore avversario. Un esordio più che positivo per Gondo, il quale in cuor suo spera di aver qualche altra chance a disposizione per mostrare il suo valore e metterlo a disposizione dei compagni. Anche l’altro debuttante sempre ex settore giovanile viola, Pierluigi Pinto ha ben figurato nonostante la giovane età e l’esordio in assoluto in serie B.

Nel primo tempo è stato provvidenziale allontanando il pallone dalla linea di porta su un cross proveniente dalla fascia sventando così il quasi vantaggio della squadra ligure. Sicuramente tale intervento ha dato fiducia al giovane difensore, il quale con il passare dei minuti ha acquistato fiducia tenendo a sua volta bene la posizione anticipando in più di qualche circostanza gli attaccanti avversari. È apparso molto sicuro di sé e dei propri mezzi tecnici l’ex difensore dell’Arezzo impostando in qualche occasione anche l’azione dalle retrovie senza particolari problemi o apprensioni. Una prestazione da ragazzo navigato più che da debuttante al primo match in cadetteria. Due piacevoli scoperte per la Salernitana di Gian Piero Ventura che da sabato sera può contare su due pedine in più all’interno del proprio scacchiere.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.