No Signal Service

Giuria d’eccellenza al Drago D’oro con il salernitano Mario Petillo

Il prossimo 16 marzo a Roma si terrà la quinta edizione del Drago d’Oro, premio che celebra l’eccellenza del videogioco nel mondo

Federica D'Ambro

Il prossimo 16 marzo a Roma si terrà la quinta edizione del Drago d’Oro, premio che celebra l’eccellenza del videogioco nel mondo. Quest’anno la giuria vede la presenza anche di Mario Petillo, salernitano che da dieci anni lavora nel settore dei videogiochi, dal lato della comunicazione, e che fa il suo debutto in qualità di più giovane giurato di sempre.

“Il Drago d’Oro è il premio che celebra l’eccellenza del mondo videoludico, ma che presta anche tantissima attenzione all’industria italiana. Siamo alla quinta edizione e anche quest’anno la cerimonia si terrà a Roma, all’ex caserma Guido Reni, all’interno del Let’s Play, il festival del videogioco nella capitale italiana. L’importanza nel nostro settore è tanta, perché significa ritrovarsi in un unico momento a premiare tutto ciò che è accaduto nell’anno precedente. Proprio come avviene agli Oscar o ai David di Donatello per il cinema, per rimanere in ambito nazionale. Inoltre di anno in anno gli ospiti internazionali sono sempre più importanti: quest’anno avremo anche tre presenze direttamente dal Giappone, tre ospiti di primissima fascia, tra cui Hajime Tabata, che all’Italia si è ispirato per il suo ultimo road trip in Final Fantasy XV”. Ha dichiarato Mario Petrillo che sarà anche il giurato più giovane. L’evento si terrà a Roma giovedì 16 marzo alle 18:30, condotto da Rocco Tanica. Potrà essere seguito in streaming su SpazioGames dalle 18:15 circa, con il commento dei miei colleghi Matteo Bussani e Paolo Gimondi.

De Angelis - Grafica e stampa

Commenti

I commenti sono disabilitati.