Giovi, tutto pronto per “Giochi senza Quartiere”

Cinque contrade scenderanno in campo per la conquista dell’ambitissimo trofeo a suon di giochi e tornei che coinvolgeranno grandi e piccini dei rioni collinari

Anche quest’anno è arrivato a Giovi l’appuntamento con i “Giochi senza Quartiere”. Dal 26 agosto al 1 settembre, cinque contrade scenderanno in campo per la conquista dell’ambitissimo trofeo a suon di giochi e tornei che coinvolgeranno grandi e piccini dei rioni collinari.

Patrocinata dal Comune di Salerno, la manifestazione organizzata dall’Oratorio San Gabriele e Santa Chiara dell’unità pastorale parrocchiale S. Croce e S. Bartolomeo – S. Nicola di Giovi è giunta ormai alla settima edizione
Per un’intera settimana Giovi sarà teatro multicolore e variegato della sfida tra le contrade: Aquila, Castello, Drago, Falcone e Torre, in cui grandi e soprattutto piccoli si sfideranno in giochi proprio della tradizione popolare, come il tiro alla fune e in tornei di pallavolo, ping-pong, burraco, bocce, etc. ricreando uno spirito di aggregazione e di festa che avvolgerà la comunità.
La manifestazione partirà con la tradizionale sfilata delle contrade che attraverseranno tutti i rioni tra striscioni, bandierine e cori per poi riunirsi e raccogliersi negli spazi antistati la Scuola Media di Piegolelle in cui il parroco Don Salvatore Aprile darà il via ai Giochi.

La manifestazione nel corso degli anni ha assunto un ruolo sempre più importante tra gli eventi della comunità e quest’anno per la prima volta 14 ragazzi hanno avuto l’onore di rappresentare la città di Salerno alla manifestazione “Italia Gioca”, manifestazione collegata al circuito internazionale Jeux sans Frontiéres, che unisce tutta la Nazione da Nord a Sud. L’evento si è svolto a Pescara dal 5 all’8 Luglio e la squadra di Salerno si è classificata 4 tra 18 squadre rappresentanti varie regioni italiane: Arnad, per la Valle d’Aosta; Cartigliano, per il Veneto; Castelfranco Piandiscò, per la Toscana; Castrovillari e Firmo, per la Calabria; Dalmine, per la Lombardia; Meduno, per il Friuli Venezia Giulia; Moconesi, per la Liguria; Parma e San Prospero, per l’Emilia Romagna; Pescopagano, per la Basilicata; Salerno e Saviano, per la Campania; San Felice Circeo, per il Lazio; San Giorgio Jonico, per la Puglia; Valdisole, per il Trentino Alto Adige; Verbania, per il Piemonte e Pescara per l’Abruzzo.

Commenti

I commenti sono disabilitati.