Pizzeria Betra Salerno

Giovanili, il punto tra campo e mercato: valanga di svincolati

Primavera e Berretti illudono poi si sciolgono come neve al sole

Finisce un anno dal doppio volto per il settore giovanile della Salernitana. Le formazioni Berretti e Allievi hanno fatto sognare raggiungendo questi ultimi le final eight di Chianciano sotto la guida di Luca Fusco, poi bruscamente andato via. Una prima parte di 2015 positiva che si contrappone ad un inizio dell’anno ormai al tramonto ricco di difficoltà. La Primavera ha illuso all’inizio, arrivando a battere il Milan, poi tra infortuni, squalifiche e scelte discutibili è entrata nel vortice delle sconfitte senza riuscire a sottrarsi. La Berretti è partita a razzo ma dopo la gara col Pisa è stata facile preda di tutte le avversarie, pagando una situazione non facile con continui scambi di calciatori con la Juniores più che con la Primavera. Juniores che, reduce dal titolo conquistato lo scorso anno, ha chiuso in crescendo dimostrando di aver trovato la quadratura del cerchio sotto l’incessante pressione di Emanuele Ferraro. Allievi e Giovanissimi Under 17 e 15 hanno alternato prestazioni positive ad altre più deludenti, restando comunque in piena corsa per un girone di ritorno da protagonisti. Tra le compagini regionali meglio gli Allievi che i Giovanissimi in un girone dominato dall’Assocalcio Salerno. Ingiudicabili, al momento, le rappresentative provinciali all’inizio del proprio cammino. Nel contempo chiuso quello dei dilettanti, è partito ufficialmente il countdown per la riapertura del tanto atteso calciomercato professionisti che aprirà i battenti ufficialmente il prossimo 4 Gennaio. Il ponte ideale tra i due è rappresentato dagli svincoli dei settori giovanili pro che aprono ad ulteriori passaggi dalla Serie D in giù. La Lega ha reso noto l’elenco delle ventidue compagini di Serie B e tra queste non si è esentata la Salernitana che ha fatto piazza pulita dalla Primavera alla Juniores Nazionale senza dimenticare qualche atleta più piccolo d’età. Lasciano la Primavera dopo aver collezionato scarso minutaggio e non aver convinto i due ex Reggina Salvatore Palumbo ed Oscar Lorefice (con loro anche il quasi inutilizzato Davide Grillo) mentre vanno via un pò a sorpresa Mario D’Avino e soprattutto Andrea Cassata, tra i più propositivi dell’undici di Savini. Hanno mercato in Eccellenza e Promozione, con squadre come Faiano, Città di Nocera, Picciola ed Olympic Salerno pronte all’occorrenza, gli ex Berretti capeggiati dal difensore Roberto Gaeta, dai centrocampisti Italo Fierro e Massimiliano Memoli per finire con l’attaccante Alberto Migliaccio. Lasciano la Juniores di Ferraro l’ex Avellino Elio Mirra e l’ex Battipagliese Mattia Manolio così come Giuseppe Pranzili, Francesco Ruggiero e Giuseppe Sannino. Il resto degli atleti ora in cerca di altra sistemazione tra prof e dilettanti: Francesco Casillo, Giuseppe Casillo, Antonio De Luca, Massimo Di Lieto, Mario Giudice, Gianmaria Guadagno, Angelo Maffoncelli e Pietro Martinelli.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.