Taste - Sapori Mediterranei

Ghazaouet-Salerno, dialogo interculturale sul sostentamento attraverso la pesca

Cercando da subito di individuare elementi che potessero accomunare il territorio salernitano all’Algeria, il Fondatore e Direttore della BMTA, Ugo Picarelli, si è imbattuto in due pubblicazioni scientifiche dell’Università di Salerno che illustrano il valore economico e sociale delle migrazioni semestrali dei cittadini di Cetara dagli anni ’30 agli anni ’60 del 1900 verso la cittadina di Nemours, oggi Ghazaouet, al fine di trovare sostentamento attraverso la pesca sulla costa algerina.

“La Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico (a Paestum dal 30 settembre al 3 ottobre la XXIII edizione), dopo aver nel 2020 nominato Presidente Onorario Mounir Bouchenaki (algerino, ex Direttore Generale alla Cultura dell’Unesco, cittadino onorario di Capaccio Paestum), si è fatta promotrice dell’incontro a Salerno e a Cetara tra l’Ambasciatore di Algeria in Italia, S.E. Ahmed Boutache, e le autorità locali giovedì 3 e venerdì 4 giugno”. Si legge nella nota del direttore della Bmta Ugo Picarelli.

“Cercando da subito di individuare elementi che potessero accomunare il territorio salernitano all’Algeria, il Fondatore e Direttore della BMTA, Ugo Picarelli, si è imbattuto in due pubblicazioni scientifiche dell’Università di Salerno che illustrano il valore economico e sociale delle migrazioni semestrali dei cittadini di Cetara dagli anni ’30 agli anni ’60 del 1900 verso la cittadina di Nemours, oggi Ghazaouet, al fine di trovare sostentamento attraverso la pesca sulla costa algerina”.

“L’impegno nasce dalla considerazione che mantenere viva la memoria delle ns. identità, nel segno delle attività culturali ed economiche che contrassegnano il nostro territorio, sia fondamentale. E questo si inserisce a pieno titolo nell’attenzione al dialogo interculturale, che la BMTA di Paestum persevera sin dalla sua prima edizione del 1998″.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.