Pizzeria Betra Salerno

Gabionetta risolleva la Salernitana

L'ennesima perla del brasiliano regala la vittoria ai granata, in 10 per oltre un'ora

Roberta Sironi

1224

SALERNITANA-TERNANA 2-1
SALERNITANA (4-3-3): Terracciano; Colombo, Lanzaro, Trevisan, Franco; Moro, Pestrin, Bovo (31′ pt Empereur); Gabionetta, Eusepi (20′ st Donnarumma), Troianiello (35′ st Perrulli). A disp.: Strakosha, Pollace, Coda, Sciaudone, Odjer, Rossi. All.: Torrente.
TERNANA (4-2-3-1): Mazzoni; Zanon, Gonzales, Masi, Vitale; Coppola, Zampa (8′ st Busellato); Furlan, Signorelli (25′ st Avenatti), Belloni (41′ st Falletti); Ceravolo. A disp.: Sala, Valjent, Meccarriello, Gondo, Dianda, Palumbo. All.: Avincola.
ARBITRO: La Penna di Roma 1
RETI: 2′ st Franco (SA), 4′ st Ceravolo (TE), 24′ st Gabionetta (SA).
NOTE: Spettatori 9.874. Ammoniti Trevisan (SA), Gabionetta (SA), Zampa (TE), Vitale (TE), Busellato (TE), Donnarumma (SA). Espulso al 30′ pt Trevisan per doppia ammonizione. Angoli 4-7. Recupero 1′ pt; 5′ st.

La Salernitana batte per 2-1 la Ternana allo stadio Arechi ed in un colpo solo ritrova vittoria e sorriso. E’ stato senza dubbio un successo sofferto per i granata, in dieci uomini dal 30′ del primo tempo per l’espulsione di Trevisan ed alle prese fino all’ultimo minuto con una Ternana mai doma. Non bella la prima frazione di gioco, decisamente più spumeggiante la seconda che si è aperta col gol a freddo di Franco e la secca risposta della Ternana. A togliere le castagne dal fuoco ci ha pensato il solito Gabionetta autore del gol del 2-1. Un gesto tecnicamente spettacolare. Torrente aveva annunciato una rivoluzione e così è stato. Salernitana in campo col 4-3-3 e molte novità in tutti i reparti. Tra i pali confermato Terracciano. Cambia volto la difesa con Lanzaro e Trevisan coppia di centrali, Colombo a destra e Franco che ritorna sulla sinistra. A centrocampo Pestrin in cabina di regia con Moro e Bovo ai fianchi. Escluso Sciaudone che parte dalla panchina. In attacco tridente inedito con Gabionetta, Eusepi e Troianiello. In panchina Coda e Donnarumma, quest’ultimo in non perfette condizioni fisiche. Assente Schiavi per squalifica. In campo, in pratica, 8/11 della formazione già vista all’opera nella scorsa stagione con Menichini. Nella Ternana l’ex granata Enrico Zampa. Il primo tiro in porta arriva al 16′ col solito Gabionetta che di destro cerca di sorprendere Mazzoni ma senza successo. La risposta della Ternana arriva al 21′. Pestrin perde palla a centrocampo, ne approfitta la compagine umbra che con Ceravolo arriva a tu per tu davanti a Terracciano che in uscita coi piedi salva la sua porta. Un minuto più tardi è Furlan a mettere una pericolosa palla in area che trova prima la respinta di Terracciano, poi in qualche modo la retroguardia granata spazza via la minaccia. Al 26′ di nuovo Salernitana pericolosa con un calcio di punizione battuto da Gabionetta. Il tiro è potente ma non inquadra lo specchio della porta. Un minuto dopo lo stesso attaccante brasiliano strappa gli applausi per una bella ma inconcludente mezza rovesciata. Quando scocca la mezz’ora di gioco la gara si mette in salita per la Salernitana. Trevisan perde il tempo su Signorelli, lo mette giù e viene punito dal direttore di gara col secondo cartellino giallo. Espulsione per il difensore e Torrente costretto a richiamare Bovo in panchina ed a gettare nella mischia Empereur.
La ripresa riserva subito emozioni. A 2′ la Salernitana passa: punizione dalla trequarti, Eusepi fa da sponda dentro l’area di rigore e, sulla respinta corta della difesa ospite, Frano centra la porta con un sinistro rabbioso. L’Arechi finalmente può gioire, ma è solo un attimo. Il tempo di riprendere il gioco e la Ternana pareggia con Ceravolo che si incunea nelle maglie troppo larghe della retroguardia granata che subisce gol per la quinta gara di fila: il sinistro in corsa dell’ex Reggina si infila nell’angolo basso alla sinistra di Terracciano. Il portiere granata si supera al 9′ su Signorelli che conclude da buona posizione trovando la pronta replica dell’ex Catania. Al 24′ st Gabionetta in scivolata ruba palla a Masi, si rialza, punta la porta e con un sinistro da fuori area pennella un pallone perfetto per un gol che riporta la Salernitana in vantaggio e fa letteralmente esplodere l’Arechi. Granata in vantaggio 2-1. E’ la rete numero cinque in altrettante gare per l’attaccante brasiliano. A 31′ st su punizione lo stesso Gabionetta costringe Mazzoni a rifugiarsi in angolo. La reazione della Ternana non si fa aspettare. Poco dopo Belloni a botta sicura trova la respinta di Franco. Al 39′ st sponda ancora di Belloni, Ceravolo a botta sicura ma Pestrin salva in extremis. In pieno recupero, al 49′ st, Avenatti spreca la più ghiotta delle occasioni sparando alle stelle solo davanti alla porta di Terracciano. L’ultimo brivido è di marca umbra su calcio d’angolo, si libera la retroguardia granata e poi arriva finalmente il triplice fischio. La Salernitana batte la Ternana per 2-1 e ritrova il sorriso in vista della prossima trasferta di Crotone, in programmma il prossimo 2 ottobre in anticipo. A fine gara il patron Claudio Lotito corre sotto la curva a raccogliere il simbolico abbraccio dei tifosi.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.